Quotidiani locali

Sorano spezza la favola Fermato il Sant’Andrea

Seconda categoria: dopo 11 vittorie di fila i ragazzi di Tommasi bloccati sullo 0-0 dall’ottima squadra di Antolovic. Neania e Cinigiano vincono in trasferta

SANT’ANDREA . Si è fermata a 11 la striscia di vittorie consecutive del Sant’Andrea dopo che la squadra di Luciano Tommasi è stata fermata sul pareggio dal Sorano.

Fermata si fa per dire perché se la compagine di Antolovic ha confermato di essere uno dei migliori complessi del campionato che non a caso ha perso soltanto una partita alla quarta giornata contro la Marsiliana, è altrettanto vero che il pareggio in trasferta del Sant’Andrea avvicina Zauli e compagni alla vittoria del campionato e quindi alla storica promozione in prima categoria. Dopo 12 giornate lo score del Sant’Andrea è assolutamente brillante, i 7 punti di vantaggio sul Cinigiano secondo in classifica rappresentano una dote sufficientemente rassicurante. Malgrado per la prima volta il Sant’Andrea non abbia segnato la squadra di Tommasi rimane quella che ha realizzato il maggior numero di reti (39) e pure quella che ne ha subite meno (5). Gli amanti delle statistiche si chiedono se al Sant’Andrea possa riuscire l’impresa di superare lo storico record stabilito dal Manciano che nella stagione 2002-2003 totalizzò la bellezza di 77 punti. La squadra biancorossa allenata da Alessandro Renaioli in pratica lasciò per strada appena 13 punti e una proiezione sul rendimento attuale del Sant’Andrea garantirebbe il ritocco di quel record. Un primato che sfiorò l’Argentario nella stagione 2009-2010 quando con Riccardo Berni alla guida vinse il campionato di seconda categoria con 73 punti distanziando la seconda classificata di ben 18 lunghezze. Conoscendo la saggezza di Luciano Tommasi siamo sicuri che il tecnico del Sant’Andrea sarebbe felicissimo di vincere il campionato anche senza record ma il cammino strepitoso della sua squadra porta inevitabilmente a fare raffronti con le squadre che hanno fatto la storia in seconda categoria. La dodicesima giornata ha sostanzialmente sentenziato che le uniche rivali del Sant’Andrea sono il Cinigiano e la Neania Casteldelpiano, entrambe vittoriose di misura in trasferte insidiose che hanno fruttato tre punti d’oro. Nel Cinigiano si vede sempre di più la mano di Lorenzo Scheggi che ha plasmato la squadra a sua immagine e somiglianza e il successo sul campo dell’Invicta
è frutto di concretezza e solidità. La Neania Casteldelpiano ha superato La Sorba a Casciano di Murlo con il gol decisivo del capocannoniere El Kiram e mister Romano Perini può gioire per una squadra che risponde alle sue sollecitazioni e può davvero pensare in grande.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista