Quotidiani locali

tennis

L’Open a Papasidero, Trevisan finisce out

Epilogo inaspettato al trofeo Banca Tema, il favorito si è infortunato dopo aver perso il primo set

ORBETELLO. Il pisano Lorenzo Papasidero ha vinto il trofeo Banca Tema, torneo Open che si è svolto a Orbetello con un montepremi di 2.500 euro.

La finale ha avuto un epilogo inaspettato con il grande favorito Matteo Trevisan che si è ritirato a causa di un infortunio alla coscia dopo avere perso il primo set per 6 a 3. La vera finale è stata quella giocata la sera prima tra Lorenzo Papasidero e Marco Simoni, una autentica battaglia agonistica molto spettacolare di oltre due ore giocata sul filo dell’equilibrio, un match che ha tenuto incollato sulla tribuna un buon numero di spettatori che si è risolta con la sofferta vittoria per 7-6 7-5 di Papasidero bravissimo ad annullare tre set point a Simoni.

Nell’altra semifinale Trevisan aveva vinto di slancio per 6-3 6-2 contro la giovane promessa Alessandro Scialla.

In campo femminile si è imposta Chiara Fanciulli che in finale ha superato Giulia Costantini Melchiorri 6-3, 6-2.

Durante le premiazioni sono state particolarmente apprezzate le parole dell’assessore allo sport del comune di Orbetello Matteo Mittica: «Il circolo tennis Orbetello ha una tradizione storica e organizzativa che l’amministrazione comunale ha sempre apprezzato e in occasione del sessantesimo compleanno è stata accolta con piacere l’idea di organizzare un torneo open di livello nazionale».

Il presidente di Banca Tema Walter Vincio ha premiato il vincitore ricordando come l’istituto di credito sia ormai una realtà consolidata nel panorama bancario essendo un punto di riferimento importante su un territorio che copre 47 comuni del centro Italia: «essere lo sponsor del torneo è la dimostrazione che Banca Tema reinveste sul territorio gran parte delle risorse che i soci le affidano».

In chiusura il presidente onorario del ct Orbetello Giuliano Amato ha ricordato il filo che lega i finalisti di questo torneo ai tornei internazionali degli anni passati in cui avevano
partecipato sia Lorenzo Papasidero che Matteo Trevisan. Infine Amato ha ringraziato i giudici arbitri Francesco Nardi e Giovanni Addonisio e i due arbitri delle finali, Jacopo Padovani e Gianni Giovani giudici di sedia della finale femminile e maschile.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie