Quotidiani locali

Match race per derive Impresa in California

L’equipaggio del Circolo velico nautico Argentario conquista il secondo posto a un passo dal tetto del mondo: mai un equipaggio italiano così in alto 

CALA GALERA. Quasi sul tetto del mondo. L’equipaggio del Circolo Velico Nautico Argentario composto da Ettore Botticini, Simone Busonero, Lorenzo Gennari e Arianna Botticini, insieme al coach Alessandra Petri, si è piazzato al 2° posto a Newport Beach negli Stati Uniti in California, al termine delle gare di match race per derive. I velisti argentarini si sono dovuti arrendere in finale solo agli australiani, capitanati dal fuoriclasse Harry Price.

Al Balboa Yacht Club è stata però una settimana intensa, con regate spettacolari e emozionanti, combattute dalla prima all’ultima e che hanno visto sfidarsi 12 equipaggi di 9 nazioni, per una competizione che ha visto in acqua i migliori giovani timonieri. Un mondiale che dunque sarà ricordato a lungo al Cvna, il migliore di sempre conseguito da un equipaggio italiano nel match race. Già in semifinale l’equipaggio del Cvna era riuscito a mettere sotto la barca della Nuova Zelanda e del timoniere George Anyon. In finale dopo 4 combattute regate c’è voluta dunque la bella per assegnare il titolo: il vento debole e tanta corrente hanno condizionato il via, con le barche portate addirittura fuori dalla linea di partenza. Il team australiano, che aveva battuto nel turno precedente gli Usa di Greiner Hobbs, è riuscito a governare meglio la situazione e ad avere così la meglio potendo poi controllare il ritorno della barca italiana, garantendosi la vittoria. Un’esperienza quella del match race fondamentale: quasi tutti i giovani velisti che hanno partecipato alle precedenti edizioni, sono poi entrati in prestigiosi team che hanno partecipato alla Coppa America.

«Emozionato, stanco ma molto felice – queste le prime parole a caldo di Ettore Botticini – abbiamo lottato e reso la vita difficile a Price, ma non possiamo rammaricarci di nulla, perché è mancato veramente un soffio alla vittoria finale».

Sempre al Cvna nei giorni scorsi si era tenuta la premiazione della seconda edizione del Trofeo Arcipelago Toscano 2017, all’interno del “+30”, la festa del Marina di Cala Galera.

Anche nell’edizione 2017 del Tat, organizzato dal Circolo Canottieri Aniene, dal Cnva, dallo Yacht Club Santo Stefano, dallo Yacht Club Punta Ala e dallo Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, le imbarcazioni partecipanti sono state circa 250 nelle classifiche Orc e Irc, tra le regate “La Lunga Bolina”, la “Coppa Regina dei Paesi Bassi” e la spettacolare “151 Miglia”,
in totale circa 460 miglia percorse. A vincere Pierservice Luduan di Enrico De Crescenzo, che nelle tre prove hanno ottenuto vittorie e piazzamenti determinanti.

A settembre le prime informazioni sulla prossima edizione del Tat.

Enrico Giovannelli

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Stampare un libro, ecco come risparmiare