Menu

Il Grifone si sveglia troppo tardi

Sassuolo letale, la cura Somma ha fatto comunque vedere qualcosa sul piano del gioco

GROSSETO. Il Grifone rimedia, contro la capolista Sassuolo, la prima sconfitta casalinga dell’anno, al termine di un incontro che lascia l’amaro in bocca agli sportivi maremmani, per un risveglio troppo tardivo e per una serie di errori sotto posto.

Sotto di due reti, messe a segno dal gioiellino Boakye, un diciannovenne ghanese ingaggiato dalla Juventus, i ragazzi di Mario Somma hanno effettuato un furibondo pressing nell’ultimo quarto d’ora. L’assedio alla porta di Pomini frutta un gran gol di Lanzafame, un palo di Lupoli ed una clamorosa occasione che Sforzini getta alle ortiche da due passi.

Alla fine vince la squadra più opportunista, il Sassuolo, che capitalizza al meglio due occasioni limpide e ne sciupa solamente una con Boakye, che fa la barba al palo, dopo aver approfittato di un brutto disimpegno difensivo.

La prima volta di Mario Somma finisce tra gli applausi sotto la tribuna e con una contestazione di un gruppetto di tifosi da dentro il campo Zauli.

Alla resa dei conti il Grosseto paga un contropiede velocissimo del Sassuolo, che per la prima volta è stato messo alle corde in trasferta ed è stato costretto a subire un gol. Somma non poteva certo fare miracoli in una settimana, ma la squadra al di là del tentativodi rimonta, ha fatto vedere qualcosina in più sotto il piano del gioco, spingendo maggiormente sugli esterni ed è stata pericolosa quando sono stati messi in campo Lupoli e Lanzafame.

Rimane il fatto che dopo una buona partenza, il Grosseto ha avuto difficoltà a limitare le manovre avversarie e ad inizio ripresa ha avuto un black-out di dieci minuti, che ha consentito al Sassuolo di mettere a segno il colpo del ko.

La partenza del Grosseto è buona: dopo appena 40” Bonanni si presenta in difesa, ma viene murato e dopo 83 secondi Jadid spara a lato.

Il Sassuolo soffre l’intraprendenza dei locali, ma prende presto metri: al 10’ Calderoni sbroglia una pericolosa situazione in area, mentre al 14’ Boakye mette fuori dopo un fortunoso rimpallo. Il Grosseto in contropiede va al tiro al 19’ con Delvecchio, servito da Quadrini, mentre la difesa chiude bene su Sforzini e Delvecchio al 20’ e al 22’. Alla prima occasione però il Sassuolo passa con una velocissima azione di contropiede: Troianiello rimette in mezzo dal fondo: Longhi stoppa di petto e serve Boakye. Il ghanese si gira e lascia partire un destro che passa tra le gambe di Padella e beffa Bremec. Prima della fine del tempo il Grosseto cerca il pareggio con Delvecchio e Sforzini, ma Pomini è attento. Nella ripresa il Grosseto parte male e il Sassuolo va vicino al raddoppio con Catellani su servizio di Boakye e con Troianiello, ma Bremec c’è.

Nulla può il portiere però al 10’ sul colpo di testa di Boakye sul preciso cross di Longhi dalla sinistra. Inutile anche il tentativo di Donati, che finisce in rete con la palla.

Il doppio svantaggio scuote il Grosseto, che gioca subito la carta Lupoli e poi quella Lanzafame. L’ex Arsenal in contropiede, al 19’, si vede respingere un tiro a botta sicura da Pomini, ma Sforzini, piazzato nell’area piccola, manda clamorosamente a lato. Al 24’ un gran diagonale di Lupoli va a sbattere sul palo. Al 38’ i maremmani accorciano: cross di Calderoni, sponda di testa di Obodo per l’accorrente Lanzafame

che mette in rete con una mezza rovesciata dal limite destro dell’area. L’1-2 dà forza al Grosseto, sospinto dalla propria tifoseria. Al 42’ un tiro-cross di Obodo viene respinto con i pugni sulla linea da Pomini, che al 48’ vola più in alto di tutti per fermare un cross di Foglio.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro