Menu

Un anno a Ferretti e Foderi. Quest’ultimo prosciolto dall’accusa sui referti contraffatti dopo gli insulti razzisti

Ridotte le condanne ai dirigenti arbitrali

Caso rimborsi: dalla Disciplinare forte sconto di pena per presidente e designatore

 GROSSETO. La Commissione disciplinare nazionale ha ridotto a 1 anno l'inibizione per il presidente della sezione Aia, Franco Ferretti, e per il designatore arbitrale, Antonello Foderi.  In primo grado, Ferretti era stato inibito per 3 anni, Foderi per 5. Quest'ultimo è stato ora prosciolto dall'incolpazione relativa all'alterazione del rapporto arbitrale redatto da Karim Soufiane, per i cori e gli insulti razzisti proferiti al suo indirizzo durante la partita Aurora Pitigliano- CasottoPescatori Marina (22 novembre 2008), indicati dal direttore di gara nella spedizione e mai comparsi nero su bianco nel referto pervenuto.  Per lui e per Ferretti, l'inibizione della Commissione presieduta da Sergio Artico (difesa avvocato Paolo Fralassi) riguarda dunque la questione del rimborso spese indebitamente percepito per la partita Ribolla-Pitigliano, in programma il 16 aprile 2005 e poi non celebrata. «Non può dubitarsi della veridicità di quanto riferito da Karim, sia in ordine ai fatti accaduti nel corso della partita sia per quanto riguarda le telefonate intercorse con il Foderi - si legge nella decisione - Purtuttavia questa commissione non ritiene che esistano sufficienti elementi per giungere a una conferma della condanna dell'appellante. Rimane del tutto irrisolta la dirimente questione sulle modalità con le quali Foderi sarebbe entrato in possesso dell'originale inviato per posta da Karim. Senza contare che non si comprende quale sarebbe stato l'interesse di Foderi a falsificare il rapporto arbitrale. Gli elementi indicati nella decisione impugnata sono puramente indiziari e non sono supportati da idonei riscontri».  Diversa, in parte, la questione del rimborso, che Ferretti (osservatore) e Foderi (arbitro) avevano comunque ammesso al collaboratore della Procura federale come indebitamente percepito: la commissione si dichiara non convinta delle giustificazioni di mera disattenzione e ridigità del software. E comunque, «la somma indebitamente incamerata, pur se modesta non è mai stata restituita da Foderi (52 euro, ndr) mentre Ferretti (28,41, ndr) ha provveduto solo dopo la decisione di primo grado. Tale condotta dimostra un totale disinteresse per il rigore e la trasparenza che dovrebbero contraddistinguere l'operato di chi gestisce il delicatissimo settore arbitrale e dovrebbe, pertanto,
essere d'esempio per tutto il movimento sportivo».  La Cnd ha respinto le lettere pervenute da Diego Di Benedetto (arbitro squalificato per un anno per la sostituzione di un rapporto di gara) e da Alfio Bambagioni (è l'arbitro-diacono) perché pervenute irritualmente e assolutamente irrilevanti.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro