Menu

Us Grosseto. Ieri l’ultimo allenamento della truppa di Serena, sono cominciate le vacanze per giocatori e allenatore

"Rompete le righe": e ora è solo calciomercato

Verso la stagione del centenario unionista con tanti nuovi record da battere

 GROSSETO. Da Caridi a Caridi. Gli sportivi più attenti se ne sono già accorti: Tano, capocannoniere biancorosso, ha aperto e chiuso la stagione dei gol del Grifone di cui è stato uno dei simboli e dei personaggi più significativi. Prima realizzazione a Modena contro il Sassuolo, su penalty (2ª giornata). Ultima nell'epilogo allo Zecchini contro l'Atalanta già promossa (su azione).  Quello di Caridi è uno dei tanti dati statistici di una stagione che il Grosseto ha mandato definitivamente in pensione con l'ultimo allenamento di ieri. Il "rompete le righe" ha aperto ufficialmente le vacanze dei giocatori (e del mister Michele Serena) come anche le trattative di mercato, che da ora in poi terrà banco in maniera esclusiva e probabilmente ossessiva. Tutto adesso riposa nelle mani del patron Camilli. E "riposa" non è solo un modo di dire: anche il presidente riposa, dopo una stagione ad alta fibrillazione, anche se priva di strascichi post-season, di qualsiasi genere.  Quello di Caridi è uno dei tanti dati statistici di una stagione che ha visto anche la vittoria numero mille del Grifone, mentre Piero Camilli ha raggiunto quota 174 nel conto dei successi personali alla guida del club biancorosso.  Sempre a proposito di cifre, Luigi Consonni ha totalizzato con domenica scorsa la sua 172ª presenza con la maglia del Grosseto. Un record prestigioso, con il capitano che si piazza al ventesimo posto di sempre e che adesso si mette nel mirino due miti in biancorosso come Francesco Carpenetti e Marco Cacitti. Un record che avrebbe potuto essere molto più consistente se il dolore al tendine, l'intervento a gennaio e la conseguente riabilitazione non lo avessero tolto dalla ribalta per un lasso di tempo incredibilmente lungo: da Trieste (trasferta) a Trieste (in casa), dal 27 novembre al 30 aprile.  E se è vero che il Professore ha ancora voglia di giocare e di chiudere qui la carriera, è verosimile - e auspicabile - che Consonni possa tagliare altri traguardi proprio nell'anno del centenario che l'Us Grosseto 1912 si appresta a festeggiare proprio in mezzo alla sua quinta partecipazione alla serie B. Altri ancora saranno i traguardi che il Grifone riuscirà a centrare nel corso della prossima stagione.  Ecco, magari il dubbio riguarda i protagonisti di questi record. È altamente probabile che non rivedremo più molti dei giocatori che i tifosi hanno salutato domenica al termine della partita con l'Atalanta. Logiche societarie (del Grosseto ma anche dei club di appartenenza), scelte
tecniche (di Serena, se sarà confermato, o di chi lo sostituirà), volontà personali dei singoli giocatori potrebbero portare lontano dalla Maremma molti dei protagonisti di una stagione particolarmente sofferta nella parte iniziale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare