Menu

GROSSETO SPORT

Verso il modulo a una sola punta

Prima giornata in biancorosso per i 3 nuovi, Carobbio, Joelson e Maraucci e ovviamente piccola folla di curiosi agli allenamenti del Grifone. A mercato finito, i pareri degli sportivi si dividono

GROSSETO. Prima giornata in biancorosso per i 3 nuovi, Carobbio, Joelson e Maraucci e ovviamente piccola folla di curiosi agli allenamenti del Grifone. A mercato finito, i pareri degli sportivi si dividono; Grosseto più forte o Grosseto indebolito? Solo il campo saprà dare una risposta.

Certamente, da ieri soprattutto mister Gustinetti, è una persona felice. Finalmente, può lavorare al suo progetto con gli stesso uomini, con continuità, almeno sino a gennaio. L'arrivo di gente che ben conosce, come Conteh, Carobbio e Joelson inoltre, non può che facilitarne il lavoro di inserimento, se non tanto nel gruppo, sicuramente negli schemi. E proprio su questo tema adesso, aumenta la curiosità. Il mercato, regala un Grosseto con più centrali di centrocampo che esterni e allora non è da escludere un cambio di modulo, con l'addio (o l'arrivederci) al 4-4-2. La presenza contemporanea in rosa di giocatori come Carobbio, Consonni, Valeri, Vitiello e anche Papini, fa pensare che in campo andranno almeno 3 di questi contemporaneamente. Magari, con una sola punta di ruolo davanti (Pichlmann, o Pinilla, quando sarà al top della condizione), con D'Alessandro e Joelson sulle corsie esterne. Non cambierà certamente la difesa a 4 e anche qui adesso le soluzioni si sprecano, col Gus che ha "doppioni" per ogni ruolo. Freddi, Conteh, Federici e Melucci al centro. Turati, Vitofrancesco, Maraucci, a destra. Mora e Fautario a sinistra. Acerbis partirà da titolare in porta, ma Caparco avrà le sue chance. Il giovane Tonti (classe 92), è il terzo portiere, giunto alla Primavera dal Real Misano.
Rimanendo per un attimo su temi di mercato, aggiungiamo che Toscano è stato ceduto nell'Eccellenza laziale e così, restano proprio in 19 in lista (quanti ne devono essere quest'anno), più tutti gli under.

Freddi, malgrado i 22 anni, non incide in quanto under 23, già tesserato per il Grosseto un anno fa.
Il Gus ha a disposizione anche alcuni jolly preziosi, come Papini (che può fare anche il difensore centrale), Vitofrancesco (che può giocare sia alto che basso), Crescenzi (che
addirittura sa interpretare entrambe le corsie), un po' come D'Alessandro che seppure col sinistro ci cammini e basta, predilige proprio la corsia mancina. E in materia di mancini, ecco Filippo Carobbio, uno tutto sinistro, bravo anche nel calciare le punizioni. Proprio quello che mancava.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro