Menu

Baseball. Verrà ritirata la maglia n.23 del ricevitore

Indimenticabile Craig Stimac
Stasera cerimonia allo Jannella

Il baseball grossetano ricorda stasera, prima della seconda sfida tra Montepaschi Grosseto e T&SA San Marino (inizio della cerimonia alle 20,45), uno dei più grandi campioni di sempre, Craig Stimac.

GROSSETO. Il baseball grossetano ricorda stasera, prima della seconda sfida tra Montepaschi Grosseto e T&SA San Marino (inizio della cerimonia alle 20,45), uno dei più grandi campioni di sempre, Craig Stimac.
Il Bbc, la società che ingaggiò il ricevitore statunitense di origine croata in Italia, lo farà entrare ufficialmente nella storia, ritirando quella maglia numero 23 che ha fatto innamorare migliaia di appassionati tra il 1984 ed il 1986, prima di deliziare, per altre tre stagioni, il pubblico di San Marino.
Per dare un'idea di quello che è stato Stimac basta far parlare le cifre. Nel 1984 fu il miglior battitore con una media di 436, mentre ha chiuso i sei anni nella serie A1 a 400. In 322 gare firmò qualcosa come 95 fuoricampo e 371 punti battuti a casa. Nel 1985 fu anche allenatore del Fais Jeans Bbc; l'anno dopo si fece da parte con l'arrivo di Vic Luciani.
Alla cerimonia del ritiro della maglia, voluta dal presidente Roberto Ferri, saranno presenti la moglie Monica (durante una partita, aprì il cancello del campo e salì in tribuna per metterla al sicuro durante un tafferuglio) ed i figli Alex e Rachele, ma anche i dirigenti e tecnici dell'epoca, il presidente Armando Falconi, il giemme Luigi Pegoraro e l'allenatore Vic Luciani, i compagni di squadra (potrebbe arrivare anche John Cortese), ma anche gli amici che seppe conquistare fuori dal campo con la sua simpatia e cordialità. La società ha preparato una slide con le foto più belle e un video da proiettare sul maxischermo, una medaglia commemorativa, oltre ovviamente ad una maglia rossa con quel 23 che era diventata il terrore dei lanciatori avversari. Grintoso e indistruttibile in campo (riuscì a mettere a segno tre
fuoricampo in una gara nonostante la frattura ad un piede), quanto debole fuori, dopo quella malattia che gli ha tolto la voglia di vivere, fino a fargli decidere di compiere quel gesto estremo, che ha messo fine alla sua esistenza, a soli 55 anni, nel gennaio scorso.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Stampare un libro risparmiando: ecco come fare