Quotidiani locali

Emergenza buche Quei lavori urgenti annunciati mesi fa (e non ancora fatti)

Il Comune aveva varato un corposo “piano” di interventi In alcune vie centrali (e non solo) l’asfalto è ancora disastrato 



In via Santerno erano stati annunciati lavori “imminenti” sul manto stradale a giugno scorso. Tre mesi fa. Non se n’è vista l’ombra. In via Matteotti dovevano essere rattoppate le buche a ottobre 2017. Anche qui niente. Idem in via Corridoni: asfalto da rifare presto (un anno fa), non rifatto.

Era marzo scorso quando il Comune di Grosseto diceva di varare il “piano buche”, programma di interventi «per sistemare le maggiori criticità riscontrate sulle strade» e che prevedeva (come prevede tuttora: il piano è in corso) per il 2018 «3. 000 interventi: il doppio rispetto a quelli del 2017» per un investimento di 150mila euro. Come proceda il piano lo chiedono i cittadini indicando l’asfalto disastrato di alcune strade centrali.

Via Matteotti e corridoni

Il 1° ottobre 2017 il Comune deliberava in giunta, e poi comunicava pubblicamente, di «aver deciso di intervenire per garantire la sicurezza della viabilità e il decoro urbano». Gli interventi (36mila euro) riguardavano la riqualificazione e messa in sicurezza dell’asfalto di via Matteotti e via Corridoni. È passato quasi un anno: i lavori non sono stati fatti. L’asfalto è malconcio in più punti. All’incrocio con via De Pretis la strada è “rattoppata” e scrostata. Così più avanti all’incrocio con via Ronchi: crepe davanti al chiosco dei giornali. Non va meglio all’imbocco di via Ronchi, dove pure le strisce sono rovinate e presentano squarci sull’asfalto (idem sul marciapiede). L’edicolante spiega che si otturano sempre due tombini all’angolo tra via Matteotti e Ronchi (segnalazioni fatte al Comune, senza successo). Tornando all’asfalto: la commerciante indica anche «queste piccole aiuole dove sono state tolte piante: ora sono vuote, con le erbacce dentro, e i cordoli perimetrali sono rotti in più punti. Un pericolo per chi ci passa: anche le auto si danneggiano». Davanti all’istituto San Lorenzo altra aiuolina “orfana” della pianta che vi fu tolta. Restano erbacce.

Via Santerno

A giugno 2018 e arriva la notizia che anche in via Santerno sono «in via di realizzazione i lavori di riqualificazione» dell’asfalto. Sono passati tre mesi. Gli interventi non sono stati fatti: che fine abbiano fatto lo chiedono i cittadini. Il segretario del Circolo Pd Pace Stefano Rosini ha raccolto segnalazioni. «A inizio estate – dice – il sindaco aveva annunciato che via Santerno sarebbe stata rimessa a posto entro pochi giorni. Notizia “selfata” qua e là. Il tempo è passato. Non c’è un metro in cui non vi sia una buca. È lunga circa mezzo chilometro, mica tanto. Come mai annunciare e non fare? Quanto ci vuole per rifare una strada? Perché non usare un po’ di cautela prima di un annuncio? Questo pezzo di strada è impraticabile».

Il Comune

Quale sia il quadro aggiornato dei 3.000 interventi del piano buche e cosa sia stato fatto è stato chiesto al Comune, che ha promesso a breve un report dettagliato. In attesa dei dati specifici, l’ente risponde che «intanto il piano buche resta valido come nelle indicazioni del marzo scorso. Interventi sono già stati fatti in via Fabio Massimo, via Latina, via Anco Marzio, via Leopardi; via Aurelia nord, piazza Volturno, via Liri». Per quanto riguarda le tre vie segnalate in questo articolo e dove il “piano buche” doveva aver risolto i guai da mesi, «i lavori

partiranno - dice il Comune - non appena si chiuderà la sistemazione della fibra ottica. Si prevede che la chiusura dei lavori sulla fibra sia a fine settembre-inizio ottobre; il Comune partirà subito dopo, in autunno. La procedura amministrativa era già stata fatta».



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro