Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Rifiuti, tra le novità cassonetti intelligenti e presse per la raccolta

FOLLONICAIl programma che il Comune di Follonica e Sei Toscana hanno stilato per quanto riguarda l’organizzazione della raccolta dei rifiuti della città dovrebbe concludersi prima del 2019 ma due...

FOLLONICA

Il programma che il Comune di Follonica e Sei Toscana hanno stilato per quanto riguarda l’organizzazione della raccolta dei rifiuti della città dovrebbe concludersi prima del 2019 ma due importanti passaggi arriveranno, sembra, entro la fine del mese.

Si tratta dell’introduzione di presse per la raccolta della carte e dell’indifferenziato per le utenze non domestiche e dell’arrivo in centro dei cassonetti intelligenti. Il centro, Zona Nuova e Pratoranieri non sono ancora stati toccati dalla riorganizzazione dei rifiuti ed è proprio lì che arriveranno le novità. «Abbiamo cercato di creare un modello misto – spiega l’assessora Mirjam Giorgieri – pensando alle caratteristiche della città. Dove è possibile fare il porta a porta lo abbiamo messo mentre in altre zone abbiamo preferito introdurre i cassonetti intelligenti. Si tratta anche di una scelta economica perché alcune zone non sono popolate in inverno». In questi giorni è in corso la riorganizzazione delle utenze non domestiche: entro fine mese la pressa per i rifiuti verrà introdotta in piazza XV Aprile, al Florida e nell’Ilva.

«Le attività del centro hanno il porta a porta di carta cartone e dell’indifferenziato. Nelle vie del centro i sacchetti stazionano però anche fino alle 11,30 e questo problema è stato sollevato anche dalle associazioni di categoria che hanno chiesto di rivedere l’organizzazione della raccolta». Per quanto riguarda invece i cassonetti del centro, presi spesso di assalto da chi non riesce a stare al passo con la differenziata, anche in questo caso verranno consegnate delle tessere tramite le quali sarà possibile aprire i bidoni. «Le famiglie continueranno ad andare ai cassonetti – spiega l’assessora – utilizzando però le tessere che verranno consegnate loro. Le attività commerciali faranno invece riferimento alle presse. In questo modo dovrebbe risolversi il problema dei cassonetti troppo spesso stracolmi, che in estate vengono svuotati anche più volte al giorno». —P.V.