Quotidiani locali

seggiano 

Un pranzo per aiutare l’ospedale Meyer

Il giardino d’arte di Daniel Spoerri ospita l’evento benefico In cucina ci sarà lo chef stellato Roberto Rossi del Silene

sEGGIANO

Uno scopo benefico, un luogo suggestivo, un cuoco d’eccezione: sono gli ingredienti del “Pranzo per il Meyer”, che si svolgerà sabato 15 settembre alle ore 12.30 al Giardino di Daniel Spoerri di Seggiano.

Il pranzo è organizzato da Legacoop Toscana e Coop Unione Amiatina. Ai fornelli ci sarà lo chef stellato Roberto Rossi del ristorante Silene di Seggiano.

Un nuovo evento di solidarietà attraverso cui Legacoop Toscana riconferma il proprio sostegno al progetto Meyerpiù, dopo la cena dello scorso 12 luglio a Firenze che ha visto la partecipazione di oltre 800 persone.

Ora anche Coop Unione Amiatina ha deciso di dare il proprio contributo a questo importante progetto, organizzando con Legacoop Toscana il pranzo di raccolta fondi del 15.

Tutti possono prendere parte e contribuire così in prima persona alla realizzazione del progetto Meyerpiù. Per avere tutte le informazioni necessarie e per prenotare inviare una email a cristina.renai@amiatina.coop.it entro il 12 settembre. La quota minima di adesione è di 50 euro. Chi parteciperà al pranzo avrà anche la possibilità di visitare il Giardino a partire dalle ore 10.

Il progetto Meyerpiù, per il quale Unicoop Firenze si è impegnata a donare un milione e mezzo di euro in tre anni attraverso iniziative realizzate in collaborazione con la Fondazione Meyer, è finalizzato all’ampliamento dell’ospedale pediatrico fiorentino Meyer.

L’area attuale pari a circa 30mila metri quadrati, verrà ampliata fino a 40mila metri quadrati e verranno acquisiti sette ulteriori ettari di spazio verde. Il tutto con l’obiettivo di garantire ai bambini toscani e non solo un ospedale ancora più efficiente e accogliente.

Appassionato di cucina fin da giovanissimo, Roberto Rossi diventa proprietario e chef nel 1992 dello storico ristorante Silene, aperto nel 1830. La radicata attenzione al territorio da parte di Roberto si rivela nella sperimentazione di cibi che vengono dalla tradizione contadina toscana.

Il connubio con il cibo si sposa perfettamente con le meravigliose opere

del Giardino di Daniel Spoerri, del quale Roberto è gestore. Un parco di arte contemporanea, con 113 installazioni di diversi artisti mondiali.

Nel 2014 la passione viene premiata con una stella Michelin, un gioiello che brilla in un luogo altrettanto prezioso. —



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro