Quotidiani locali

il precedente 

Un forte dolore al petto sulla pista da ballo, decisivo il defibrillatore

FOLLONICAFine luglio, Bivio di Ravi, pista estiva dove si esibiscono le migliori orchestre della zona. Centinaia di persone che ballano. Un uomo – non ancora sessantenne – accusa un improvviso malore,...

FOLLONICA

Fine luglio, Bivio di Ravi, pista estiva dove si esibiscono le migliori orchestre della zona. Centinaia di persone che ballano. Un uomo – non ancora sessantenne – accusa un improvviso malore, un forte dolore al petto. La musica si interrompe, la vittima viene steso a terra.

È in arresto cardiocircolatorio. Per fortuna a bordo pista ci sono i volontari della locale sezione della Croce Rossa. E soprattutto c’è un dae, un defibrillatore. Due soccorritori chiamano il 118 e un’automedica parte subito da Follonica. Nel frattempo si interviene. L’uomo viene spogliato. Due elettrodi di questo apparecchio salvavita gli vengono posizionati sul torace (uno a destra e uno a sinistra del cuore). Inizia l’acquisizione dei dati, il dae suggerisce “scarica elettrica consigliata” e partono le scariche. Un’operazione condotta in modo impeccabile a detta degli stessi sanitari che mezz’ora dopo arrivano sul posto. Da morto a vivo in pochi istanti.

Cosciente, l’uomo viene trasportato nel reparto di emodinamica del Misericordia, dove viene sottoposto a coronarografia e elle successive terapie. L’evento (un infarto) sarebbe stato mortale se in pochi minuti i volontari della Croce Rossa non fossero intervenuti. – G. B.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro