Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Cani antidroga per controllare le scuole e interventi di manutenzione nelle aule

Vertice in Prefettura in vista dell’inizio delle lezioni: polizia e carabinieri formeranno il personale. Lotta al cyberbullismo

GROSSETO

Cani antidroga a scuola, lezioni con poliziotti e carabinieri per combattere il fenomeno del cyberbullismo e interventi per la riqualificazione e la messa in sicurezza degli edifici. Il tutto con la collaborazione dei Comuni e sotto la regia unica della Prefettura.

È questa la sintesi del primo incontro fissato ieri mattina al Palazzo del Governo, dove si sono seduti intorno a un tavolo il Prefetto di Grosseto, Cinzia Torraco, la rappresentante dell’Ufficio scolastico provinciale Mo ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

GROSSETO

Cani antidroga a scuola, lezioni con poliziotti e carabinieri per combattere il fenomeno del cyberbullismo e interventi per la riqualificazione e la messa in sicurezza degli edifici. Il tutto con la collaborazione dei Comuni e sotto la regia unica della Prefettura.

È questa la sintesi del primo incontro fissato ieri mattina al Palazzo del Governo, dove si sono seduti intorno a un tavolo il Prefetto di Grosseto, Cinzia Torraco, la rappresentante dell’Ufficio scolastico provinciale Monica Buonfiglio, e i sindaci di alcuni Comuni del territorio (Grosseto, Arcidosso, Castel del Piano, Follonica, Monte Argentario, Orbetello).



È stato il ministro dell’Interno Matteo Salvini a voler dare più forza al tema della lotta contro lo spaccio di stupefacenti nelle scuole. Lotta che nella nostra provincia già da tempo costituisce una priorità nell’azione della Prefettura grazie all’attività costante di sensibilizzazione e prevenzione nella delicata materia del consumo degli stupefacenti e al cyberbullismo.

Saranno carabinieri, polizia e guardia di finanza a entrare nelle scuole, con i cani antidroga e a organizzare specifici interventi anche nelle zone vicine alle scuole. E proprio in quest’ottica, sarà indispensabile anche la collaborazione della polizia municipale, coinvolgendo così anche i Comuni.



Altra novità introdotta dal decreto Scuola sicura è la possibilità di inserire nelle aree urbane su cui insistono le scuole tra i siti sui quali è consentita l’applicazione del Daspo urbano, ovvero l’ordine di allontanamento dal luogo in cui si viene pizzicati a commettere atti illeciti.

È anche in questo caso, ad esempio, che sarà preziosa la collaborazione dell’amministrazione comunale: la firma dell’atto di allontanamento è infatti prerogativa del sindaco.



Anche le strutture che accolgono gli studenti saranno rese più sicure. «È un atto importante questo - dice la preside Francesca Dini, che da anni guida l’istituto Fossombroni - perché spesso ci siamo dovuti rimboccare le maniche e finanziare alcuni interventi da soli. È necessario che anche le aree intorno alle scuole siano sistemate per evitare incidenti. Penso alla manutenzione del verde pubblico, agli alberi e alle strade. Ma anche la presenza di maggiori controlli, anche con i cani antidroga, sono i benvenuti. Quando sono stati organizzati, hanno funzionato bene come deterrente». —