Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Fulmine crea allarme alle Poste Un altro distrugge un fienile

Paura in via Leopardi dove una saetta innesca l’antincendio che sviluppa fumo A Podere San Sisto, nell’agro di Marsiliana, vanno a fuoco circa 100 rotoballe



grosseto

A due settimane di distanza dalla saetta che il 20 agosto ha mandato all’ospedale due turisti al mare a Marina di Alberese, ieri i fulmini hanno di nuovo puntellato la Maremma, provocando danni.

A Grosseto, nella prima mattinata di ieri, il fumo denso che usciva copioso dal magazzino delle Poste di via Leopardi, in Barbanella, ha spaventato gli abitanti del quartiere, che hanno temuto fosse scoppiato un incendio. In realtà erano il fumo e la polvere del sistema antincendio dell’edificio, un sistema ad aerosol, che è stato attivato da un fulmine. I vigili del fuoco, che hanno operato sotto una pioggia battente, hanno ventilato i locali e fatto una ricognizione; per fortuna non si sono registrati danni. Sul posto anche una pattuglia della polizia di Stato.

E sempre un fulmine, ieri mattina, ha innescato un incendio che ha mandato in fumo circa rotoballe nella campagna di Marsiliana, nel comune di Manciano.

Anche qui ieri mattina si è abbattuto un forte temporale. A pagarne le maggiori conseguenze è stato Podere San Sisto, località nell’agro di Marsiliana.

Pochi dubbi sul fatto che ad accendere il fuoco sia stato un fulmine. Alcuni residenti lo hanno visto con i loro occhi abbattersi sulle rotoballe e dare il via alle fiamme.

Per domare l’incendio sono intervenuti i vigili del fuoco, aiutati anche da una squadra del distaccamento di Sorano. Le squadre hanno cercato di agire il più rapidamente possibile dato che vicino alle rotoballe sono presenti dei manufatti vicino e il fumo stava invadendo la strada. –