Quotidiani locali

LUTTO 

Orbetello piange lo storico carrozziere

È morto Lucio Pazzaglia, i funerali domani in Duomo «Persona generosa che lascia un profondo vuoto» 

ORBETELLO

Lucio Pazzaglia, noto carrozziere di Albinia, si è spento a Grosseto ieri. Da tempo combatteva contro una malattia che negli ultimi tempi si era aggravata; a prestargli le cure terminali all’ospedale Misericordia è stata l’associazione La Farfalla.

Lucio, 58 anni, era conosciuto per essere il titolare dell’autocarrozzeria Eurocar alle Topaie, zona artigianale a poca distanza dalla frazione orbetellana.

Nonostante fosse malato da tempo la sua morte ha destato profonda commozione nella comunità di Albinia e di Orbetello dove anche i suoi figli sono molto conosciuti. Da un po’ di tempo, proprio a causa della malattia che non gli consentiva di svolgere al meglio il suo lavoro, l’attività era gestita dal figlio che era sempre stato vicino al padre condividendo la sua stessa professione.

«Un uomo preciso – ricordano distrutti dal dolore amici e parenti con la voce rotta dal pianto – che ha sempre messo al primo posto al sua famiglia».

Lucio era una persona molto disponibile con gli altri. Non si tirava mai indietro. Un uomo buono con un grande amore per la pesca, il suo passatempo preferito.

Il carrozziere era consapevole della sua malattia ma ha lottato fino a che ha potuto. Fino a quando le sue forze glielo hanno permesso.

«La sua famiglia e i suoi affetti erano davanti a tutto – ripetono – Sapeva il suo destino essendo consapevole della sua malattia e per questo ha sempre agito in modo che, alla sua morte, tutto fosse in ordine, compresa la sistemazione delle sua casa» .

Una persona generosa e altruista che lascia un vuoto profondo nella comunità ma soprattutto nella sua famiglia.

I funerali si svolgeranno domani nel Duomo di Orbetello alle 15.

Dopo le esequie il feretro proseguirà per Civitavecchia per la cremazione.

La salma di Lucio si trova da ieri composta nelle stanze dell’obitorio dell’ospedale San Giovanni di Dio di Orbetello dove amici e parenti si sono recati per l’estremo saluto all’amico di una vita, e per portare parole di conforto ai suoi familiari.

Proprio i suoi cari hanno disposto che chi vuole, al posto dei

fiori, può fare donazione all’associazione La Farfalla di Grosseto.

Lucio Pazzaglia lascia la figlia Celeste, titolare di un’ottica nel centro cittadino, il figlio Francesco e la moglie Caterina. —

IVANA AGOSTINI

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro