Quotidiani locali

massa marittima 

In arrivo una pioggia di fondi e le rette degli asili dimezzano

L’Unione dei Comuni ha partecipato a un progetto statale e ottenuto 80mila euro La giunta ha deciso di abbattere le spese e ampliare l’offerta dei servizi educativi



Grazie a un finanziamento ottenuto dall’Unione di Comuni montana Colline Metallifere da parte del Ministero per l’Istruzione, la spesa per le rette degli asili di Massa Marittima sarà dimezzata.

Si tratta di un finanziamento di oltre 80 mila euro arrivato grazie a un progetto presentato dall’ente per la promozione del sistema integrato dei servizi di educazione e istruzione per bambini da zero a sei anni.

Le nuove opportunità sono state illustrate mercoledì in un incontro tra i genitori dei bambini neo iscritti, le operatrici della cooperativa Arcobaleno che gestisce le strutture educative, il sindaco del Comune di Massa Marittima Marcello Giuntini e il responsabile del servizio dell’Unione di Comuni Francesco Rapezzi che si è tenuto all’asilo Orso Bruno.

Con le risorse la giunta ha deciso di abbattere le spese a carico delle famiglie dimezzando le rette di iscrizione per l’anno 2018-2019 e di ampliare contemporaneamente l’offerta dei servizi.

In particolare l’orario di apertura del nido diverrà 7, 30-17, con possibilità di uscita anche alle 12 o alle 13, la partenza stagionale sarà anticipata al 3 settembre e sono stati attivati i centri estivi per bambini di età compresa fra tre a sei anni dal 2 luglio al 10 agosto, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 17, con un incremento di orario rispetto allo scorso anno e un allungamento del periodo, mantenendo inalterate le quote a carico delle famiglie.

«Per il bel risultato dell’ottenimento del finanziamento – ha detto Giuntini – ringrazio gli uffici che hanno lavorato al progetto con cui abbiamo partecipato al bando e l’assessore all’istruzione e vice sindaco Luana Tommi che da molto tempo si impegna in questo senso, preparando il terreno per i risultati di oggi. Ricordo che grazie alle risorse assegnate all’unione la riduzione del 50% della retta varrà per ogni iscritto e sarà applicata proporzionalmente all’Isee presentato – continua il primo cittadino – Ciò vale per il 2018-2019, ma speriamo vivamente che la Regione Toscana riproponga il finanziamento anche per gli anni a venire».

Le educatrici hanno poi accolto i genitori presentando le regole della struttura e soprattutto i punti focali sui quali viene costruito il programma educativo rivolto ai piccoli. È stato ricordato che la metodologia utilizzata è quella dell’ “Outdoor education” che prevede varie attività anche all’esterno dell’edificio, come ad esempio la semina dell’orto, cui possono partecipare anche i genitori.

«Stiamo seguendo il progetto Tutta

un’altra storia – spiega la referente della cooperativa Arcobaleno Valentina Del Dottore – che vede insieme una rete di scuole cosiddette aperte, con il Comune di Bologna a fare da capofila. Ogni anno lavoriamo su un tema– conclude– che quest’anno sarà Camminiamo insieme». —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro