Quotidiani locali

capalbio 

Rischiano di annegare, due bagnini li salvano

Ragazzi in difficoltà per il mare agitato. Il padre ringrazia i loro “angeli”: «Vi abbraccio dal profondo del cuore» 

CAPALBIO

Se la sono vista brutta, hanno rischiato di annegare e sono scampati al pericolo grazie al tempestivo intervento dei bagnini dello stabilimento Ultima Spiaggia di Capalbio. È successo sabato alle 17.

Doveva essere un weekend qualunque, quello trascorso in una delle spiagge più belle e famose della Maremma, ma stava per trasformarsi in un dramma che è stato possibile evitare solo grazie ai bagnini dello stabilimento.

Il mare era agitato. Due giovani che stavano trascorrendo una serena e spensierata giornata sulla spiaggia libera, a qualche centinaio di metri dallo stabilimento, hanno deciso di tuffarsi in acqua. Da qui in poi sono trascorsi attimi che nessuno dei due avrebbero voluto vivere. I due giovani difatti si sono trovati in difficoltà non riuscendo più a tornare a riva. La fortuna ha voluto che altri bagnanti, dalla spiaggia, vedessero i due annaspare e chiedere aiuto.

Lo stabilimento Ultima Spiaggia offre un servizio di assistenza anche alla spiaggia libera. I turisti che hanno visto i due giovani in difficoltà hanno notato il numero di telefono del soccorso su un cartello e hanno chiamato immediatamente aiuto. Enrico e Nicola, i bagnini dell’Ultima Spiaggia, non ci hanno pensato un istante e sono partiti subito con la loro moto d’acqua verso i due bagnanti in difficoltà. Per fortuna sono riusciti a portare a riva i giovani evitando il peggio. Sulla pagina social dello stabilimento balneare è comparso un post del padre dei due ragazzi, che ringrazia tutti per aver salvato la vita ai suoi figli.

«Quello che scrivo è un grazie di cuore – mette nero su bianco l’uomo – per il rapido intervento dei bagnini dell’Ultima spiaggia che sabato verso le 17 hanno salvato i miei figli da una situazione gravissima in mare. Grazie ragazzi dal profondo del cuore».

L’uomo ha esteso i suoi ringraziamenti anche ad alcuni turisti inglesi che si trovavano sulla spiaggia libera e che sono intervenuti in mare. «Senza di voi – dice – ora non sarei qui a scrivere. Vi abbraccio ragazzi dal profondo del cuore.

Senz’altro ci rivedremo». Il post di ringraziamento ha fatto piacere ai ragazzi dell’Ultima Spiaggia che umilmente ritengono ciò che hanno fatto - salvare persone che sono in mare e hanno bisogno di aiuto - soltanto un dovere. Per fortuna un’avventura che è finita bene. —



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro