Quotidiani locali

Cani lasciati liberi in spiaggia, esplode la rabbia dei bagnanti

Una donna racconta di aver subìto 3 aggressioni in un mese. Un turista di Castiglione chiede agli enti competenti   di intervenire al più presto

MARINA DI GROSSETO. Esplode la protesta, tra Marina di Grosseto e Castiglione della Pescaia, per i cani lasciati liberi sulla spiaggia, senza guinzaglio e museruola.

Donna aggredita

Tra Fiumara e il confine con il Comune di Castiglione c’è una zona dog friendly dove i cani sono ammessi ma con guinzaglio e museruola, come recita una delibera del Comune di Grosseto delluglio 2018. Peccato che parecchi quattrozampe scorrazzino liberi. Lasciano escrementi e non solo. La grossetana Roberta Mucci racconta di aver subìto in almeno tre casi incontri ravvicinati molesti. «La prima volta me la sono cavata con un graffio nella gamba, a luglio. Stavo passeggiando, un cane libero si è messo a correre verso di me e mi ha assalita da dietro». I proprietari, a dire il vero, sono intervenuti per richiamare all’ordine l’animale, ma il fatto resta. Ci sono stati altri due episodi simili. «Non attacchi seri, ma fastidiosi», dice la donna che si è rivolta prima alla Capitaneria di Porto e poi alla polizia municipale, essendo di quest’ultima la competenza. «Se c’è un’ordinanza che sia applicata in maniera seria», dice.

A Castiglione

Germano Fabris, cittadino di Lastra a Signa (Firenze), ha scritto una lettera aperta al sindaco di Castiglione, al comandante della Municipale, alla Capitaneria per «segnalare la situazione di anarchia e degrado nella spiaggia libera di levante a causa dei cani, la maleducazione e cafonaggine dei padroni e la mancanza di controllo da parte delle autorità preposte al decoro urbano e ai regolamenti di demanio di Stato. Sono un amante degli animali e adoro i cani, ma la situazione è intollerabile». Il turista ha frequentato la spiaggia dal 12 al 22 agosto, in località Pino Storto. «Tra il centro velico e la bau beach e tra la bau beach e il camping si sono verificate parecchie situazioni. Cani liberi che spaventavano

i villeggianti, si azzuffavano tra i bagnanti, urinavano sui teli e seminavano escrementi. Una situazione intollerabile e ingiustificabile sul fronte della sicurezza e dell’igiene, e sia da parte dei padroni che per la mancanza di controlli e sanzioni. Si provveda».
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro