Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Campane a festa nel borgo, dopo 5 anni riecco un matrimonio - Video

A Casal di Pari sabato da ricordare: tutti gli abitanti hanno salutato Alba e Claudio che si sono sposati interrompendo il “digiuno” di matrimoni che durava dal 2013

Dopo 5 anni nozze a Casal di Pari: tutto il borgo festeggia Alba e Claudio

CITIVELLA. Lo dice il prete dall’altare, lo dice la gente che riempie la piazza: è una festa. Non solo per i novelli sposi, ma per tutto il paese, che a dispetto dei molti disagi intrinsechi di un piccolo borgo di campagna continua a sentire il cuore battere forte grazie alla sua gente.

Erano cinque anni che a Casal di Pari (Civitella Paganico) nessuno convolava a nozze. Ecco allora che il matrimonio di Claudio e Alba diventa il simbolo del legame della comunità con i suoi luoghi, una speranza di sopravvivere nonostante tutte le difficoltà. «Vivere in un piccolo paese ha i suoi lati positivi ma anche quelli negativi – dice don Stefano durante la cerimonia – Tra quelli positivi, l’amore che unisce tutti i suoi abitanti».

Sabato pomeriggio erano tutti lì, dentro e fuori la chiesa di San Donato. Gli invitati vestiti a festa, gli amici in tenuta quotidiana ma comunque presenti. Alla fine della cerimonia, l’aperitivo è offerto a tutti, senza distinzioni.

Don Stefano ha al suo fianco un altro sacerdote in aiuto, don Roberto. «Ahimé, un matrimonio a Casal di Pari non è un evento quotidiano – dice sorridendo – È un evento». L’entusiasmo che si respira in piazza ne è la dimostrazione, con gli amici pronti a fare una sorpresa alla coppia con un trattore agghindato con coccarde bianche e fiori, su cui campeggia il cartello «oggi sposi». Non è il solo.

Gli sposi