Quotidiani locali

TERRITORIO E POLEMICHE 

Cascatelle di Saturnia il gioiello accende lo scontro

Il blitz antibivacco voluto dal Comune scatena sospetti e polemiche nel Pd «Sono motore di sviluppo, serve piuttosto un rilancio e il rinnovo del comodato»

saturnia

Sacrosanto far rispettare le regole e vigilare. Purché, però, non si propagandino le operazioni comunicandole in modo muscolare a scapito del territorio, tanto più alla vigilia di una scadenza delicata per l’area in questione. Il Partito democratico di Manciano annuncia che farà richiesta di accesso agli atti per verificare l’esito del blitz ferragostano contro i campeggiatori abusivi alle Cascate del Gorello. La notizia del blitz è stata data nei giorni scorsi dal Comune – che ha parlato di 50 tende sequestrate a seguito di un’ordinanza antibivacco del sindaco Mirco Morini – e ha sollevato un gran clamore. Le cascate sono infatti una delle attrattive maremmane più conosciute e amate (attrattiva top su Tripadvisor), con le loro acque termali accessibili gratuitamente, e richiamano migliaia di persone ogni giorno.

«Condividiamo l’intervento – dice il Pd – ma oggi, a distanza di una settimana, ci chiediamo qual è il risultato di questa operazione “pulizia” così enfatizzata su stampa e social». Blitz così sono stati fatti «tante altre volte» dice il Pd ma comunicati in termini meno “urlati”. «Se un turista che vuole venire in vacanza da noi – prosegue il Pd – cerca su Google e fra le varie informazioni trova anche la “retata contro il degrado alle cascate del Gorello”. Risulta così danneggiata l’immagine che più rappresenta nel mondo il nostro territorio e che porta migliaia e migliaia di turisti. È un danno che colpisce non solo le cascate ma tutto il sistema turistico e il suo indotto. Abbiamo quindi qualche ragionevole dubbio che un’operazione pubblicizzata in modo così muscolare abbia ottenuto risultati positivi, anche perché il giorno successivo erano già ricomparse le tende».

Ma come è possibile far rispettare le regole e permettere ai turisti di usufruire delle cascate in sicurezza? Per il Pd il Comune «deve darsi una strategia complessiva, che non si limiti a misure d’emergenza».

E in questa strategia, per i democratici, deve assolutamente rientrare la fruizione pubblica dell’area, da garantire attraverso il rinnovo del comodato con Terme di Saturnia del campo sovrastante le cascate, di proprietà di Terme di Saturnia. Stipulato dalla precedente amministrazione di centrosinistra nel 2015, scadrà la prossima primavera. «Le cascate sono un motore di sviluppo importantissimo per il nostro territorio – dice il Pd – e non dobbiamo correre il rischio di perderlo, come potrebbe succedere se venisse a mancare la sua fruizione pubblica». Il timore del Pd deriva da dichiarazioni, fatte nel 2015, dall’attuale vicesindaco Pallini, all’epoca in minoranza, che bollò come sbagliata l’operazione del comodato. Più di recente, la questione è stata sollevata in consiglio comunale dal Pd, ma non ha trovato risposta definitiva da parte di Morini. Perciò oltre all’auspicio che sia rinnovato il comodato d’uso, il Pd confida «che l’amministrazione cominci a lavorare per tempo in questa direzione».

Del resto la sistemazione delle Cascate del Gorello è stata una delle operazioni che ha più impegnato la precedente amministrazione, a guida Pd. Recinzione dell’area, ampliamento del parcheggio, nuova piantumazione e impianto di irrigazione, cestini per i rifiuti, restauro delle vasche naturali dopo la devastante alluvione del 2014. «L’accoglienza attuale è sicuramente migliorata – dice il Pd – e quel percorso era stato condiviso con la popolazione». Molte cose previste sono ancora da realizzare:

custodia, servizi igienici. «Ma – dice il Pd – non sono questi i compiti di un’amministrazione? Esistono le risorse per farlo, utilizzando le entrate della tassa di soggiorno, e il piano operativo approvato dà tutti gli strumenti per procedere nel programma di miglioramento». —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro