Quotidiani locali

a scuola in pullman 

Abbonamenti settimanali eliminati, l’ira dei genitori

CASTEL DEL PIANOUn gruppo di genitori di Castel del Piano, capitanati da Francesca Biagioli, protesta per i prezzi degli abbonamenti Tiemme. Stessa musica da Monticello Amiata, dove nel mirino...

CASTEL DEL PIANO

Un gruppo di genitori di Castel del Piano, capitanati da Francesca Biagioli, protesta per i prezzi degli abbonamenti Tiemme. Stessa musica da Monticello Amiata, dove nel mirino finisce l’eliminazione del settimanale.

Biagioli fornisce il tariffario per la tratta Castel del Piano Grosseto: per un mese 75, 50 euro; tre mesi 194; dieci mesi 566. Commenta Biagioli: «La scuola comincia a metà settembre, eppure dobbiamo pagare il mese per intero. Stessa cosa per giugno. Un abbonamento mensile per pochi giorni. Noto, con altri genitori, che oltretutto i pullman per gli studenti sono in cattive condizioni: sportelli che non si chiudono bene, aria condizionata e riscaldamento spesso mancanti. Un disastro, tanto che mia figlia, nell’ultimo periodo di scuola si è rifiutata di prendere il pullman degli studenti e ha utilizzato quello di linea. Chiediamo, dunque, che per il prossimo anno, i pullman siano in stato migliore e le tariffe siano ritoccate».

«Profondo dissenso» per la decisione di Tiemme di sopprimere l’abbonamento settimanale arriva da Silvia Mauro di Monticello Amiata che a nome anche di altre famiglie osserva: «Le scuole iniziano il 17 settembre. Perché le famiglie devono essere costrette ad acquistare un abbonamento mensile? Idem per giugno. So di persone che, grazie a questa iniziativa, lavorando una settimana al mese, vedono triplicata la loro spesa per il trasporto. Oltre tutto il carnet di quattro biglietti non porta alcun risparmio o beneficio. Gli aumenti poi sono veramente esorbitanti. Non tutte le famiglie possono permettersi il lusso di sborsare le cifre sugli abbonamenti per dieci mesi o annuali. Chiedo il ripristino del settimanale».

La risposta di Tiemme: «ll nuovo sistema tariffario, entrato in vigore il 1° luglio con ritocchi della competente Regione Toscana, è strutturato in maniera tale da incentivare coloro che utilizzano frequentemente l’autobus attraverso un’offerta di abbonamenti mensili, trimestrali e annuali. Ogni tipologia di abbonamento è declinata in una corrispondente tariffa ridotta, per chi ha un’Isee Tpl sotto 36.151, 98 euro. L’agevolazione apre le tariffe dedicate a un numero elevato di cittadini toscani».

Quanto al biglietto «per vari servizi sono previsti carnet multicorse con specifiche riduzioni». Di contro, «sono previsti investimenti costanti per rinnovare la flotta autobus e per introdurre nuovi sistemi tecnologici per migliorare la fruibilità dei servizi». — F.B.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro