Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

L’ultimo saluto a Dino in Comune e in chiesa

L’ex sindaco riposa adesso accanto alla moglie Luisa Il ricordo di Seccarecci nei toccanti interventi in piazza

PITIGLIANO

Una folla commossa ha seguito la cerimonia di saluto a Dino Seccarecci, ex sindaco di Pitigliano, morto a causa di una malattia a 63 anni e da ieri sepolto nel cimitero del suo paese accanto alla moglie Luisa.

La salma è arrivata intorno alle 11 nella camera ardente composta nella sala consiliare: qui l’omaggio dei pitiglianesi, ininterrotto fino alle 15.30, quando il feretro è stato fatto uscire ed è stato posizionato in piazza Garibaldi per la cerimonia laica. Hanno parlato il vic ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

PITIGLIANO

Una folla commossa ha seguito la cerimonia di saluto a Dino Seccarecci, ex sindaco di Pitigliano, morto a causa di una malattia a 63 anni e da ieri sepolto nel cimitero del suo paese accanto alla moglie Luisa.

La salma è arrivata intorno alle 11 nella camera ardente composta nella sala consiliare: qui l’omaggio dei pitiglianesi, ininterrotto fino alle 15.30, quando il feretro è stato fatto uscire ed è stato posizionato in piazza Garibaldi per la cerimonia laica. Hanno parlato il vice sindaco Paolo Mastracca, che ha ricordato oltre a Dino sua madre Clara «donna di grande dignità, di altri temi ma sempre avanti ai tempi»; il sindaco Giovanni Gentili, che ha ripercorso il cammino umano e politico di Dino; la dipendente comunale Monica Valentini che a nome dei colleghi, con la voce rotta dall’emozione, ha ricordato Seccarecci come una «persona speciale»; il senatore Luciano Giorgi, che ha sottolineato l’impegno in politica accompagnato dalla passione e dalla forte amicizia personale; gli ex suoi assessori Emilio Celata e Franca Micci, che hanno letto il saluto di commiato che Seccarecci aveva scritto a fine mandato; Giovanni Matozzi, per la Uil.

Poi la processione verso la Cattedrale, con i gonfaloni di Pitigliano e Manciano ad accompagnare il corteo (presenti tra gli altri i sindaci di Sorano Carla Benocci e di Gradoli, il pitiglianese Luigi Buzi, nonché l’onorevole Luca Sani). Qui il parroco don Luca Caprini, appositamente tornato da Ravenna, ha ricordato l’amico e il rapporto che si era instaurato durante la malattia della moglie. Infine l’ultimo viaggio, quello verso il cimitero del paese.

Ai tanti messaggi di cordoglio si sono aggiunti anche quelli di Riccardo Nencini, segretario del Partito socialista: «Dino era un compagno pieno di energia, di passione e di vita. La notizia della sua scomparsa ci riempie di dolore e ci lascia sgomenti-ha detto Nencini -Di Dino porto con me la forza di spirito e il suo umorismo sempre brillante, l’esemplare passione per la militanza politica e la voglia di stare in mezzo alla gente; un compagno amato e stimato da tutti».

È arrivato anche il messaggio di cordoglio dell’Us Grosseto: «Per ricordarlo - scrive la società porgendo le condoglianze alla famiglia - concorderemo con l’Invicta, la sua società, l’organizzazione di un torneo per bambini che si disputi allo stadio Zecchini prima della partita di Coppa Italia del 12 settembre». —