Quotidiani locali

massa marittima 

Giuntini: «Ospedale, il livello è molto buono»

Il sindaco replica a Marrini. «Però su un tema ha ragione: dobbiamo chiedere all’Asl il miglioramento della Chirurgia»





Il livello di attenzione resta alto per il mantenimento dei servizi all’ospedale Sant’Andrea, che, per altro, «risulta dall’indagine del ministero della Salute svolta dall’Istituto Sant’Anna di Pisa, un nosocomio con performance di livello molto buono».

Risponde così il sindaco di Massa Marittima Marcello Giuntini al coordinatore di Forza Italia Sandro Marrini, che nei giorni scorsi ha attaccato sia l’amministrazione di centrosinistra sia l’Asl denunciando un susseguirsi di tagli sul presidio delle Colline Metallifere. «Marrini legge solo sul suo libro – dice Giuntini – ma se va a rivedersi un po’ di notizie sull’argomento- prosegue- troverà numerosi interventi sia del sottoscritto sia del presidente della Sds Giacomo Termine; dovrebbe quindi sapere benissimo che non ci presteremo mai ad una riduzione dei servizi del Sant’Andrea».

In questo senso, «i nuovi investimenti deliberati dalla Asl Sud Est, pur se con un ritardo di cui ci rammarichiamo, sono la prova evidente dell’attenzione che prestiamo al rafforzamento della struttura ospedaliera», continua il sindaco massetano, che definisce «battaglie da retroguardia» quelle di Marrini. Però «ha toccato un tema», ammette Giuntini: le reti ospedaliere. «Dobbiamo richiedere all’Asl l’implementazione di alcuni servizi, specie per quanto riguarda l’area chirurgica, al fine di ottimizzare l’uso della sala operatoria e delle professionalità di chi vi lavora», continua il sindaco, per poi tornare a Marrini.

«In merito all’alto livello professionale del Sant’Andrea poi, basti notare la recente nomina del primario dell’area medica, Massimo Alessandri, a direttore del Dipartimento di medicina interna e specialistiche dell’Asl Toscana Sud- Est – conclude il sindaco massetano - Questi sono i segni della qualità delle prestazioni che i cittadini di Massa Marittima e chiunque si rechi presso il presidio hanno l’opportunità di avere, contrariamente a quanto sostenuto dalle Cassandre».

A Giuntini, sulla difesa del Sant’Andrea, fa eco Termine. «Ribadisco che per la difesa

e la crescita dei servizi sanitari nella nostra zona ci sono sempre – dice il presidente Sds - Del resto fino ad oggi ci siamo impegnati a fondo per tutelare il presidio ospedaliero dell’area e credo che i buoni risultati raggiunti derivino proprio da questa costante attenzione». —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro