Quotidiani locali

orbetello 

Bonifica laguna, il progetto è ancora in stand by

Le risorse necessarie (34 milioni di euro) ci sono, ma la Regione aspetta ancora le carte dal Ministero per avviare l’iter

ORBETELLO

La bonifica della laguna per la quale sono stati stanziati 34, 5 milioni di euro dovrà attendere ancora un po’.

Al momento la Regione Toscana - come conferma lo stesso ente da Firenze - aspetta «che il Ministero dell’ambiente invii l’accordo registrato alla Corte dei Conti per predisporre insieme al Ministero, a Sogesid (società in house del Ministero), a Ispra e Arpat la convenzione che ne regola l’attuazione».

Possono essere definiti tempi tecnici dovuti anche all’estate e al cambio di Governo. Tutti gli enti hanno fatto quanto dovevano ma le procedure sono lunghe. Non appena la Regione avrà in mano l’accordo registrato, potrà avere inizio la progettazione per la bonifica che, ovviamente, non potrà essere immediata vista l’importanza degli interventi che dovranno essere eseguiti.

Il sito di interesse nazionale di Orbetello è stato individuato nel 2002. Inizialmente era costituito dalla sola area dell’ex stabilimento Sitoco. Successivamente è stato allargato a tutto lo specchio lagunare. Il sito comprende sia aree di competenza pubblica che aree di competenza privata, di proprietà di Laguna Azzurra. Per le aree pubbliche la gestione delle attività di bonifica dei siti inquinati è stata affidata in via straordinaria, dal 2002 al 2012, al commissario delegato al risanamento ambientale della laguna di Orbetello. Nel 2007 il commissario ha sottoscritto un primo accordo di programma con il Ministero, la Regione e gli altri enti per la definizione delle attività di caratterizzazione e progettazione degli interventi di bonifica, che lo stesso commissario ha sviluppato ed eseguito in autonomia. A seguito della cessazione, nel dicembre 2012, del regime commissariale di emergenza ambientale della laguna di Orbetello, la Regione Toscana, in accordo con il Ministero, ha previsto di sottoscrivere un nuovo accordo di programma che ridefinisse le attività e i progetti di bonifica per le aree di competenza pubblica. Terminata l’attività commissariale il Ministero ha esaminato i diversi studi e progetti di bonifica che il commissario aveva direttamente affidato a Ispra e Sogesid. Il nuovo accordo tra

Ministero, Regione Toscana, Comune di Orbetello e Comune di Monte Argentario, si è concretizzato con la possibilità a fine 2017 di disporre, avvalendosi del Fondo di Solidarietà e Coesione 2014-2020, di risorse utili ad affrontare i problemi della bonifica, 34,5 milioni appunto. —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro