Quotidiani locali

castiglione della pescaia 

Ombrellone selvaggio «Blitz fatti su tutta la costa»

La vicesindaca Nappi difende l’operato del Comune  e dettaglia, verbali alla mano, il risultato di quattro notti di controlli: 500 oggetti trovati

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

Bagnanti in cerca di tintarella di luna? No, solo supercafoni che pensano che la spiaggia libera sia di loro proprietà e non rispettano la regola – e la buona educazione – di riportare a casa, a fine giornata, ombrellone e sdraio. Un esercito contro cui il Comune di Castiglione della Pescaia ha dichiarato tolleranza zero, nel segno del rispetto di chi al mattino si presenta in spiaggia e non trova due granelli in fila per stenderci il telo, perché è tutto già occupato.

La notizia non è nuova. Nei giorni scorsi l’amministrazione ha dato conto dei blitz fatti sotto Ferragosto. Eppure in paese qualcuno storce il naso. C’è chi accusa il Comune di fare controlli solo nella zona campeggi e chi bolla i blitz come controproducenti per il turismo.

Accuse a cui la vicesindaca Elena Nappi risponde con i verbali e le foto scattate nei sopralluoghi che testimoniano una vera invasione non autorizzata e un controllo effettuato su tutta la costa, dal confine con Marina di Grosseto a Punta Ala. «Segno – dice Nappi – che non c’è nessun accanimento contro i campeggi: le battute sono state fatte su tutte le spiagge nelle notti da venerdì 10 a lunedì 20 agosto”.

I numeri parlano da soli: personale del Comune, della capitaneria di Porto e di Sei Toscana hanno effettuato sopralluoghi e rimosso materiali (stilando poi i verbali, in base ai quali Il Tirreno dà qui conto del lavoro svolto) nelle zone della foce del Tonfone e Rocchette (venerdì), davanti al bagno Capezzolo (sabato), tra la foce del Bruna e il casello 28 (domenica), all’altezza del bagno Punta Idalgo e foce dell’Alma (lunedì).

Il risultato? Sono stati sequestrati circa 500 pezzi. Nel dettaglio: 148 ombrelloni, 69 porta ombrelloni a vite, 65 sedie da mare, 60 bottiglie di plastica piene di sabbia, 56 lettini, 26 materassini, 15 tavole da surf per bambini, 14 cuscini, 12 stuoie,

11 sacchi con giochi, sei palloni, sei teli, due reti da bocce, una canoa di plastica, una a scafo rigido, una tavola da surf con tanto di vela, due coppie di remi per canoa e un carrellino. Che a quanto pare ha fatto solo il viaggio di andata. —

FRANCESCA FERRI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro