Quotidiani locali

arcidosso 

Sulla tomba del Profeta c’è un mazzo di fiori

arcidossoSi è chiusa ieri ad Arcidosso, la celebrazione del 140° anniversario della morte di David Lazzaretti, che si è svolta in tutti i luoghi legati alla vita del profeta: con mostre, libri,...

arcidosso

Si è chiusa ieri ad Arcidosso, la celebrazione del 140° anniversario della morte di David Lazzaretti, che si è svolta in tutti i luoghi legati alla vita del profeta: con mostre, libri, convegni, incontri che hanno passato in rassegna le vicende di grande fascino del barrocciaio che si fece Messia e che fu fermato da una pallottola in fronte alla croce del Cansacchi ad Arcidosso mentre scendeva alla testa di una processione di seguaci. L’amministrazione comunale di Arcidosso e il Centro studi David Lazzaretti hanno reso omaggio alla nuda tomba del profeta, edificata ancora con i pezzi di marmo originali, situata ai piedi del Monumento ai Caduti e hanno deposto sulla lapide su cui spicca la scritta “La Repubblica è il regno di Dio”, un mazzo di fiori.

Con l’inaugurazione della mostra fotografica permanente, aperta al

secondo piano del palazzo pubblico, resta disponibile anche per immagini e documenti, la mostra fotografica e documentaria dedicata al Cristo dell’Amiata che è aperta tutte le mattine eccetto la domenica. –

F. B.

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro