Quotidiani locali

Principina, pino cade su camper e auto E un campeggio finisce sott’acqua

Strade chiuse a Capalbio. Nubifragio su Manciano: paura per un grosso pezzo di cornicione volato giù da una palazzina



grosseto

Vigilia di Ferragosto amara in Maremma a causa della bomba d’acqua che nella notte tra lunedì e martedì si è abbattuta sulla Provincia, con un’intensità maggiore nella zona di Principina e Marina di Grosseto dove i danni sono stati molti, Manciano e Capalbio. Per fortuna, nessuno è rimasto ferito: i vigili del fuoco del comando di Grosseto hanno risposto a una decina di chiamate, durante la notte, per mettere in sicurezza piante e alberi che potevano creare situazioni di pericolo sulle strade.



Il campeggio “Principina” di Principina a Mare è stato completamente allagato, ma non è stato necessario evacuare i turisti mentre un grosso pino si è abbattuto su un camper e un’auto parcheggiata. Nel camper, per fortuna, non c’era nessuno. Sempre a Principina La Racchetta ha segnalato la chiusura di via del Sarago fra viale Tirreno e via dello Scorfano per rischio di caduta alberi: «In questa zona – osservano i volontari dell’associazione di antincendio boschivo – la pineta è in sofferenza per gli attacchi del Matsococcus e gli alberi sono più vulnerabili ai fenomeni violenti». Prosegue il monitoraggio della Racchetta – che è intervenuta anche per alcune criticità dovute al forte vento e alla grandine che hanno provocato il distacco di foglie e aghi di pino che hanno ostruito le griglie stradali provocando piccoli allagamenti.



È stata una vigilia di Ferragosto funestata dal maltempo anche nella Maremma del sud. Nel Capalbiese sono state chiuse al traffico alcune strade per permettere la rimozione di alcune piante che erano cadute a causa del vento e della pioggia battente. Si tratta delle strade di Macchiatonda, Barucola, Emilia, Legaccioli e Berlinguer, ma grazie ai volontari della Racchetta, ai vigili del fuoco, al personale del Comune e alla famiglia Scalabrelli – che è intervenuta sulla strada dei Legaccioli – la viabilità è stata ripristinata rapidamente. L’asfalto reso scivoloso dall’acqua è stato fatale anche per un’auto che ad Ansedonia ha sbandato sfondando un muro di recinzione.



Un forte nubifragio si è abbattuto anche nel territorio del comune di Manciano dove in due ore sono caduti 56 millimetri di pioggia. I disagi si sono verificati sulla strada provinciale 159 che collega Manciano a Montemerano per piante e detriti che hanno invaso la carreggiata. Criticità si sono registrate sulla strada delle Piagge sotto Montemerano, una strada per metà comunale e per metà vicinale. Allagamenti si sono verificati anche nel parcheggio del cimitero di Montemerano dove alcune macchine sono state fatte allontanare. Un fulmine ha poi colpito una palazzina di Manciano

dalla quale è crollato un cornicione. Squadre di protezione civile, operai del Comune e dell’Unione dei Comuni sono state all’opera tutta la mattina. Il sindaco Mirco Morini ha allertato i cittadini della situazione tramite il sistema di Allert System. –





TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro