Quotidiani locali

seggiano 

Condominio sociale, a breve gli ospiti potranno entrare

Il sindaco Secco assicura che la struttura aprirà da metà settembre, una volta completata la gara per affidare la gestione. Sedici i residenti

SEGGIANO

La gara per affidare la gestione del condominio sociale di Seggiano sta per essere ultimata e a brevissimo gli ospiti potranno cominciare a vivere nella struttura nuova di zecca, recentemente messa a punto con circa 550.000 euro arrivati dalla Società della Salute. Il sindaco di Seggiano Gianpiero Secco promette di aprire i battenti nella seconda metà del prossimo settembre.

Un progetto ambizioso, ma ormai portato a conclusione dall’amministrazione seggianese che ha scommesso in un’opera che potrà ospitare dai 16 ai 18 residenti, solo autosufficienti. Si chiama condominio sociale ma assomiglia ad un albergo di prima categoria e si trova nel centro di Seggiano nella contrada di Santa Caterina. Camere singole con servizi, salone per la mensa che sarà preparata e servita dal personale di una cooperativa, una piccola cucina per le minime necessità degli ospiti, una lavanderia da poter usare per lavare qualche indumento personale, perché il grosso della biancheria sarà ritirato e sistemato da un servizio apposito, un grande giardino dove gli ospiti potranno trascorrere il loro tempo libero.

«È una struttura sociale per persone autosufficienti – ribadisce il sindaco Secco – per coloro che sono soli e soffrono per questo uno stato di disagio. Qui potranno fare comunità con tutti i comfort che è stato possibile fornire loro. C’è una splendida vista sulla montagna e un grande giardino. Un’operazione di cui siamo fieri e che partirà a brevissimo, non appena conclusa la gara, con l’apertura delle buste e l’affidamento della gestione del condominio. Spero a settembre».

Il condominio non gode fra il personale interno né della presenza di medici né di infermieri, ma avrà a disposizione un guardiano di notte che potrà anche allertare i soccorsi in caso di necessità

degli ospiti: «Il medico non c’è, è vero – osserva Secco – ma nello stesso stabile del condominio c’è l’ambulatorio del medico di base con il suo infermiere e dunque, anche se non interno alla struttura, darà una risposta efficace ai residenti per la parte sanitaria». — F. B.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro