Quotidiani locali

seggiano 

Due gattini abbandonati sull’altare della chiesa Lo strano caso di Pescina

PESCINA Lasciano una scatola con due gattini appena nati sull’altare della chiesa di Pescina (Seggiano), davanti al tabernacolo dell’altare maggiore (nella foto l’altare con sopra la scatola con i...

PESCINA

Lasciano una scatola con due gattini appena nati sull’altare della chiesa di Pescina (Seggiano), davanti al tabernacolo dell’altare maggiore (nella foto l’altare con sopra la scatola con i mici). Li trova la donna che si occupa della chiesa e che chiama l’Enpa per segnalare lo strano caso e per affidarli ai volontari della protezione animali.

«Un fatto curioso – commenta Lara Banchini, presidente Enpa Amiata – non si capisce perché li abbiano lasciati proprio sull’altare. In ogni caso li abbiamo presi in carico e li accudiremo».

A trovare la scatola coi gattini che miagolavano per la fame è stata la signora che pensa all’ordine della chiesa che così racconta.

«Ho aperto la chiesa alle 8 di giovedì 19 luglio, come sempre, e alle 14 sarei voluta tornare perché avevo lasciato le scope fuori del portone della chiesa. Poi ho avuto un contrattempo e sono ritornata in chiesa alle 19,30. Ho preso le scope, le ho portate in sagrestia e mentre stavo uscendo mi sono girata verso l’altare e ho visto la scatola con due gattini. Per la verità mi sono agitata parecchio perché la cosa è arrivata inaspettata e mi è sembrata anche molto strana. Poi ho chiamato l’Enpa».

La presidente dell’Enpa Amiata, accompagnata dalla sua vice Debora Fazzi, si è precipitata a Pescina per prendere i gatti e alimentarli.

«I due gattini – spiega la presidente – erano vivi e affamati. Una volta prelevati li ho portati a casa mia e non ho mai dormito la notte perché ogni due ore miagolavano perché volevano il latte. Data la situazione e visto che hanno bisogno di assistenza continua, noi dell’Enpa abbiamo cercato anche qualcuno che ci desse una mano. E si è messo a completa disposizione il veterinario Mauro Quattrini, che li ha visitati e soccorsi».

Sarà lui a alternarsi con i volontari Enpa per allattarli.

«Siamo grati al dottor Quattrini – dice ancora Banchini – perché qui in sede abbiamo da fare un bel po’ e siamo sempre in giro per le tante chiamate che arrivano. Abbandoni di animali, maltrattamenti, denunce; ci occupiamo di tante cose. Il territorio di Seggiano, in particolare, di cui Pescina fa parte, ha da tempo varie problematiche legate a colonie feline nel centro storico. Ci è capitato

tante volte di recuperare gatti dai cassonetti, di raccoglierli quando ce li lasciano davanti alla sede oppure sul ciglio della strada. Ma di ritrovarli su un altare mai e poi mai lo avrei ipotizzato. Ci daranno da fare, ma la disponibilità di Quattrini è stata una mano santa». —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro