Quotidiani locali

cordoglio IN MAREMMA 

Fissata per oggi l’autopsia di Biserni

SCANSANO. «Giovanni Battista Biserni. Un uomo perbene e un punto di riferimento per tanti amministratori del grossetano». Così ricordano la figura dell’ex sindaco di Scansano, ucciso da un malore...

SCANSANO. «Giovanni Battista Biserni. Un uomo perbene e un punto di riferimento per tanti amministratori del grossetano». Così ricordano la figura dell’ex sindaco di Scansano, ucciso da un malore sulla Siena Grosseto mentre tornava dalla città del palio dove si era sottoposto a cure mediche, alcuni uomini politici che lo hanno conosciuto.

Dall’Amiata alle colline dell’Albegna o a Grosseto, Biserni lo conoscevano tutti, non solo per essere stato uomo politico di lungo corso ma anche perché il suo lavoro di segretario comunale e provinciale l’ha portato a essere presente in molti comuni della provincia e a palazzo Aldobrandeschi dove fu segretario generale fino al 1997. «Ci siamo conosciuti – dice Dino Seccarecci, ex sindaco di Pitigliano – quando era segretario comunale a scavalco a Pitigliano ed è nato subito un rapporto amicale e di grande stima fra di noi. Una persona che ha sempre tenuti ben saldi i valori guida dell’amministrazione della cosa pubblica e che ha insegnato il mestiere a chi doveva governare. Una persona per bene e di competenza».

Anche Franco Ulivieri, ex sindaco di Castel del Piano ricorda il collega sindaco con commozione: «È stato un amico – dice – un amico e un maestro. Noi giovani sindaci alle prime armi e che ci affacciavamo alla scena politica ci rivolgevamo spesso a lui. Era un uomo preparatissimo sulle norme giuridiche. Un punto di riferimento per competenza e affidabilità, forte della sua esperienza sia di segretario che di uomo di governo. Esponente della Margherita – ricorda Ulivieri – aveva sposato il percorso di quella frangia delle Dc che guardava a sinistra. Erano tempi entusiasmanti per la politica e Biserni fu uno dei protagonisti di quella stagione».

Fu

sindaco di Scansano dal 1997 al 2006 e consigliere provinciale, succedendo ad Emilio Bonifazi nel 2006. È morto a 78 anni mentre tornava da Siena su un’auto medica che lo riportava a Grosseto. Oggi l’autopsia disposta dal pm Valeria Lazzarini. —

F. B. .

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro