Quotidiani locali

lungo la senese 

Muore l’ex sindaco Biserni Malore al ritorno dall’ospedale

Inutili i soccorsi, l’ex primo cittadino aveva 78 anni Aveva guidato Scansano per due mandati, fino al 2006 Lascia moglie e due figli

grosseto. È morto a 78 anni l’ex sindaco di Scansano Giovanni Battista Biserni: un malore l’ha ucciso in una piazzola ai lati della strada Senese, dove l’automedica su cui viaggiava da Grosseto ha accostato all’altezza del chilometro 10. Aveva concluso alcune cure nell’ospedale Misericordia. Il personale sanitario a bordo ha tentato disperatamente di rianimarlo ma non c’è stato niente da fare. Sul posto la polizia stradale di Grosseto.

Biserni – sindaco di Scansano per due mandati, politico di lungo corso d’estrazione Dc, segretario comunale e provinciale con parecchi incarichi nel corso degli anni – abitava a Scansano. Lascia la moglie Loretta e due figli, stimati professionisti: Michele, noto medico ortopedico già in servizio all’ospedale di Grosseto e Siena, e attualmente a Orvieto; e Giacomo, geologo.

La notizia della morte ha rapidamente fatto il giro di Scansano e della provincia, ieri sera, addolorando i tantissimi compagni di “avventura” politica che con lui hanno condiviso i percorsi. Cordoglio è arrivato da tutta la provincia.

Biserni è stato sindaco di Scansano per 10 anni consecutivi lasciando il testimone a Marzio Flavio Morini, che con lui ha militato 10 anni nell’amministrazione comunale e, dopo, ha assunto le redini dell’ente. Il primo mandato risale al 1997: all’epoca lui la spuntò sulla sfidante per una manciata di voti (14 o 15). Nel secondo mandato (stessi candidati-sindaco) «la vittoria fu schiacciante: lì Biserni raccolse il 70% dei voti, segno che aveva amministrato molto bene». Morini lo ricorda «come un politico vero, una persona molto in gamba che gestiva bene ogni situazione, una persona piena di valori. Da lui c’era solo da imparare: sapeva districare qualsiasi situazione con serietà, capacità». Tra i progetti portati avanti l’istituzione del parco eolico «di cui ha gestito la parte iniziale fino

alla prima convenzione» e il restauro del teatro Castagnoli. «Con lui Scansano è stato il primo Comune italiano sotto i 5mila abitanti ad avere una certificazione Emas», documento che premiava Scansano come un Comune virtuoso dal punto di vista ambientale. —

EL.GI..

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro