Quotidiani locali

collegamenti meno cari 

Traghetti verso il Giglio Per gli argentarini il biglietto è dimezzato

Borghini stringe l’accordo con le società di navigazione Si equiparano le tariffe tra i residenti e i “cugini” dell’isola 





Si equiparano argentarini e isolani: ora andare al Giglio costa uguale per tutti. Le tariffe per i traghetti avranno un prezzo inferiore anche per i residenti del promontorio.

Il sindaco Franco Borghini, dopo un accordo con le compagnie di navigazione, è riuscito a uniformare i ticket sfruttando la legge che prevede agevolazioni, oltreché per il porto di arrivo, anche per quello di partenza. Una notizia positiva per i residenti del Comune di Monte Argentario che, già da lunedì 9 luglio, possono usufruire della tariffa agevolata per la tratta Porto Santo Stefano-isola del Giglio e ritorno: la stessa riservata agli isolani. Il tutto è frutto di una collaborazione avviata dal primo cittadino con Maregiglio e Toremar. «Ho preteso che le compagnie applicassero le stesse tariffe - spiega Borghini - per dare la stessa dignità al porto di partenza rispetto al porto di arrivo, come previsto dalle disposizioni di legge. Ancora nessun sindaco le aveva mai pretese, è una legge nazionale. Abbiamo ottenuto che i residenti argentarini diretti al Giglio abbiano le stesse tariffe dei gigliesi. Le compagnie non ci perderanno, anzi, ci saranno più passeggeri argentarini che si fermeranno magari a mangiare sull’isola. Già in passato avevo applicato queste disposizioni quando ero amministratore della Società Porto Industriale Livorno». Le tariffe per i cittadini di Porto Santo Stefano e Porto Ercole che vogliono andare al Giglio sono ora le seguenti: con la Maregiglio, a fronte di un prezzo ordinario di 23,5 euro a testa (andata e ritorno), già ridotto in passato a 16 euro, il costo diventa di 8 euro andata e ritorno, come quello dei gigliesi. Dunque è dimezzato; con la Toremar, i 25 euro per persona tra andata e ritorno, già ridotti a 15,12 euro, diventano 6.56 euro (andata e ritorno).

Il sindaco di Monte Argentario ha chiesto al collega gigliese Sergio Ortelli di verificare la possibilità di eliminare per i residenti

del promontorio la tassa di sbarco (1,50 euro). Il primo cittadino gigliese si è impegnato ad approfondire la richiesta vista la disponibilità del Comune di Monte Argentario di venire incontro ai cittadini gigliesi nel rilascio del bollino verde per la sosta auto. —



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro