Quotidiani locali

aumenti tiemme da seggiano al capoluogo 

«Stangata bus, 348 euro in più per far studiare i nostri figli»

Sull’Amiata il costo di due abbonamenti lievita  da 1.182 a 1.530 euro  «Il 30% in più, una mazzata sul nostro bilancio familiare» 

SEGGIANO. Intanto sull’Amiata, zona già storicamente disagiata dal punto di vista della morfologia e dei collegamenti, arriva la stangata degli abbonamenti Tiemme. Andare a scuola da Seggiano a Grosseto per esempio - 61 chilometri - costerà carissimo. Colpa degli aumenti Tiemme entrati in vigore dal 1º luglio su input della Regione Toscana, e che stanno facendo lievitare tra le altre cose il costo degli abbonamenti per gli studenti.

Lo segnala una coppia di coniugi seggianesi, titolari di un’impresa, e per i quali il rincaro inciderà non poco sul bilancio familiare. Marito e moglie hanno due figli, un maschio e una femmina di 15 e 17 anni che studiano a Grosseto (a settembre lei frequenterà la seconda all’Alberghiero, lui la quarta all’Agrario). «Finora – spiega la coppia – gli abbonamenti per i nostri figli costavano 591 euro a testa, cioè 1182 euro. D’ora in poi con le nuove tariffe, in vista della riapertura delle scuole a settembre, ogni abbonamento (che varia in base al chilometraggio) ci costerà 765 euro, cioè 174 euro a testa di più rispetto al costo precedente, che moltiplicato per due fa 348 euro in più rispetto all’anno scorso». Circa il 30% di maggiorazione. «Uno sproposito».

Un balzello di 348 euro in più all’anno, per una famiglia media, pesa eccome. Anche perché bisogna aggiungerci altre spese, i libri etc.

La coppia in questione non è l’unica, anzi. «Come noi – spiega - ce ne sono almeno altre 5. Ora, se a tutto questo si accompagnasse un servizio ottimale, il rincaro graverebbe meno, ma così non è». I disagi si fanno sentire. «I nostri figli partono la mattina alle 6,10: a Seggiano c’è una piccola pensilina, loro aspettano il bus lì. Arrivati a Castel del Piano devono scendere e aspettare un altro pullman che arriva da Arcidosso...». Il tragitto - insomma - non è neanche diretto. Se tutto va bene, il pullman arriva dopo 5/10 minuti, dunque l’attesa non è lunghissima, ma d’inverno, se piove, aspettare lì fuori non è piacevole. Considerando che di pomeriggio il rientro a Seggiano è verso le 15,45, i costi sono elevati in termini di disagio e “banconote”. Senza contare che i pullman a volte si sono guastati. Una riflessione. «Io sono obbligata giustamente - dice la donna - a mandare i miei figli a scuola in quanto la scuola è dell’obbligo.

Ma proprio per questo uno Stato dovrebbe mettere le famiglie in condizioni di sfruttare un servizio obbligatorio in maniera adeguata e ottimale, magari con qualche agevolazione, invece che balzelli». —

Elisabetta Giorgi. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro