Quotidiani locali

allevamento  

Predazioni e lupi, il ministro annuncia «misure drastiche»

Centinaio promette risposte  entro fine anno e lancia strali «Necessario intervenire anche a costo di far scatenare i “puristi dell’ambiente libero”»

MONTERIGGIONI. Saranno solo promesse o arriverà qualche risultato dal ministro dell’agricoltura Gian Marco Centinaio per le predazioni alle pecore?

A incontrare il ministro, invitato martedì scorso a Monteriggioni (Siena) per ascoltare agricoltori, cacciatori e allevatori in una giornata organizzata dall’associazione “L’unione fa la forza” guidata da Sara Moscadelli, c’erano anche allevatori della Maremma e dell’Amiata e la presidente del comitato Pastori d’Italia Mirella Pastorelli, assessora alle predazioni di Magliano in Toscana.

«Una giornata importantissima – commenta Pastorelli – con la promessa da parte di Centinaio che verrà a breve anche a Magliano in Toscana dove il Comitato ha la sede; e ci sarà anche Mario Lolini, vicepresidente della commissione agricoltura alla Camera. Vogliamo portare loro tutta la storia drammatica vissuta in questi anni dal settore allevamento con aziende chiuse a causa degli attacchi di lupi e ibridi».

Intanto il ministro ha promesso interventi cruciali entro novembre». Gli allevatori e gli agricoltori hanno fornito foto e documenti a testimonianza della realtà che stanno vivendo. Centinaio ha promesso «risposte entro la fine dell’anno. I risarcimenti devono essere pagati subito e non sottraendoli alla Pac. Artea e Acea si devono mobilitare perché i pagamenti agli agricoltori siano immediati».

Su predazioni e danni da ungulati ha ribadito: «Questa situazione non può continuare. Dovremo concertare col ministro il da farsi e dovremo farlo prestissimo».

A fine giornata il ministro ha postato su Facebook foto di animali predati («alcune fotografie gliel’ho date anche io», racconta Giacomo Franceschelli, ex allevatore di Monte Labro che per colpa dei predatori ha chiuso) che i pastori

di Grosseto e Siena gli avevano lasciato e ha scritto un post: «I lupi stanno aumentando in misura preoccupante e gli agricoltori non possono intervenire per tutelare il bestiame. Necessario intervenire anche a costo di far scatenare i “puristi dell’ambiente libero”». —

F.B..

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro