Quotidiani locali

santa fiora  

Un nuovo Pif forestale per finanziare la filiera del legno

sAnta fiora. Parte un nuovo Pif forestale sull’Amiata. L’Unione dei comuni montani Amiata grossetana, in qualità di capofila, con il supporto tecnico del Consorzio forestale dell’Amiata e quello...

sAnta fiora. Parte un nuovo Pif forestale sull’Amiata. L’Unione dei comuni montani Amiata grossetana, in qualità di capofila, con il supporto tecnico del Consorzio forestale dell’Amiata e quello scientifico dell’università degli studi della Tuscia - Viterbo si candida per la messa a punto di un progetto integrato di filiera da realizzare sull’Amiata e aree limitrofe dal nome “Foglie plus” (Filiera organizzata del gruppo legname innovativo ed energia plus). Al via i primi incontri a Santa Fiora e Semproniano.

Il Pif, della cui predisposizione è incaricato Giovanni Alessandri dello Studio Agricis di Cinigiano, è destinato ai produttori forestali primari, alle imprese di utilizzazione forestale, alle imprese di trasformazione e di commercializzazione, agli enti pubblici, impegnati nella filiera legno, bosco, energia.

I Progetti integrati di filiera finanziano soggetti che si aggregano in un Pif di gruppo per sviluppare azioni diverse della filiera.

Il presidente dell’Unione dei comuni Amiata grossetano, Jacopo Marini, ritiene che il Pif Foglie plus sia un’opportunità unica per la zona, pensando ai possibili investimenti inseribili nel progetto e al fatto che è il proseguimento del Pif Foglie in corso di esecuzione con ben 4,5 milioni di euro di investimenti e 2 milioni di euro di contributi già approvati.

Molti gli interventi finanziabili: dal diradamento delle pinete, recupero sugherete e avviamento all’alto fusto, al miglioramento della viabilità forestale, all’acquisto di macchinari e attrezzature forestali, alla costruzione e recupero di strutture per la lavorazione del legname e delle biomasse, fino all’acquisto di attrezzature anche per la movimentazione, trasformazione e la commercializzazione di legname, cippato, cippatino e biomasse in genere, compresi pellet e carbone. Sono finanziabili anche impianti a biomasse per la produzione e vendita di energia termica.

Inoltre il Pif rappresenta un vantaggio enorme in termini d’innovazione e strutturazione della filiera legno-energia.



I primi incontri si terranno a Santa Fiora nella Sala del popolo oggi e a Semproniano nella Sala Consiliare giovedì 5 luglio, entrambi alle 21. Scadenza per la presentazione dei Pif lunedì 1º ottobre. Info: 0564 965243, m.guerrini@uc-amiata.gr.it, info@agricis.it. —

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro