Quotidiani locali

ROCCALBEGNA 

«Atti fuori tempo»: Conti protesta

Il consigliere d’opposizione attacca il sindaco e scrive al prefetto

ROCCALBEGNA. «Il sindaco di Roccalbegna non rispetta le regole»: l’opposizione abbandona l’aula del Consiglio comunale, chiedendo l’intervento della prefetta. Maretta al consiglio comunale di Roccalbegna del 22 giugno. Il motivo del contendere l’impossibilità, secondo il capogruppo di minoranza Giuseppe Conti di visionare gli atti in tempi utili. Ma il sindaco Massimo Galli invita Conti a leggersi il regolamento comunale e gli ricorda che era lui che doveva andare a leggersi i documenti a disposizione negli uffici comunali e se non lo ha fatto, la responsabilità non è certo del sindaco.

I fatti secondo Conti: «Di fronte alle ripetute violazioni del diritto alla informazione preventiva dei consiglieri comunali, e venuti quindi meno i principi di democrazia all’interno dell’attività politica-amministrativa del Comune di Roccalbegna, non si può fare altro che uscire dall’aula consiliare», osserva Conti dopo il consiglio del 22 giugno che approvava la variazione di assestamento generale al Bilancio di previsione 2018-2020 e il regolamento di polizia urbana e rurale. Conti ha chiesto la sospensione o il rinvio dei due punti, ma il consiglio con voto favorevole di tutta la maggioranza, ha optato per respingere la questione pregiudiziale presentata, «di fatto avallando l’operato del sindaco Galli – obietta Conti – il quale, in violazione di tutti i regolamenti interni all’ente e del Testo unico Enti locali, già da tempo, non consente ai consiglieri comunali di minoranza di svolgere correttamente l’espletamento del proprio mandato, impedendo di fatto la visione in tempi utili, di tutti gli atti che vengono portati all’approvazione del consiglio comunale. Questa volta oltre a trasmettere la documentazione a distanza di poche ore dalla seduta del vonsiglio, impedendo di fatto la presentazione di eventuali emendamenti che per regolamento devono essere consegnati 24 ore prima della seduta, ha anche omesso di trasmettere gli atti di uno dei punti all’ordine del giorno. Trasmetterò un’informativa al Prefetto di Grosseto, affinché venga ristabilito un corretto rapporto istituzionale all’interno del consiglio comunale, nel rispetto delle regole democratiche».

Ma secondo il sindaco Galli Conti non è bene informato: «Ricordo al consigliere Conti che il Regolamento per il funzionamento del consiglio comunale stabilisce che i documenti di cui all’ordine del giorno, debbano essere messi a disposizione il giorno precedente la seduta consiliare. Ogni consigliere ha il diritto e aggiungerei il dovere di consultare gli stessi prima dell’adunanza, presso la segreteria dove gli atti sono depositati, dai Responsabili dei vari

servizi. Inoltre gli faccio presente consigliere Conti che, nello spirito di collaborazione che tanto invoca, nonostante la non obbligatorietà, i responsabili dei servizi sono stati incaricati di inviare ai capigruppo la documentazione anche via e-mail».

Fiora Bonelli

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro