Quotidiani locali

Festa rumorosa per la vittoria del sindaco all'Argentario, dal terrazzo arriva un gavettone

Infastidita dal chiasso in strada, una residente bagna i supporter della lista Proposta Comune

MONTE ARGENTARIO. Un susseguirsi di emozioni, tensione, gioia per i vincitori e sconforto per chi adesso deve raccogliere i cocci e ripartire. La lunga notte elettorale argentarina ha portato anche attimi di paura, come il malore di Priscilla Schiano fuori il piazzale dei seggi: per fortuna senza grosse conseguenze fisiche per l’ex vicesindaca.

È una festa “bagnata” per il gruppo guidato da Franco Borghini. Già dall’avvicinarsi delle 23, comunque, l’ansia da prestazione elettorale era percepibile all’interno dei seggi, dove candidati e rappresentanti di lista dei tre schieramenti si assiepavano per capire l’andamento del voto, dividendosi i compiti di raccolta dei dati tra le varie sezioni e gli uffici in cui i vari comitati erano collocati.

Monte Argentario: il sindaco esulta, una signora "annaffia" la festa dal balcone In nottata piove acqua sul comitato del primo cittadino appena eletto, Franco Borghini, e sui suoi sostenitoriL'ARTICOLO


I festeggiamenti dei vincitori sono poi durati fino alle tre di notte: il nuovo sindaco è andato a riposarsi intorno alle 2,45, dopo il brindisi con esponenti e simpatizzanti della lista. E, all’improvviso, è giunto un gavettone inaspettato fuori dalla sede di via Baschieri; una residente nel palazzo di fronte ha pensato di gettare acqua dal terrazzo sul chiasso che sentiva provenire dalla strada. Prima ha lanciato un paio di secchiate; poi, con una manichetta, ha fatto letteralmente piovere acqua per diversi minuti sulla strada, a due passi dalla festa che intanto si era raccolta di fronte alla sede di Proposta Comune. Nessuno in effetti si è bagnato, se non con qualche goccia d’acqua unita a quelle sprigionate dalle bottiglie di bollicine.

Un po’ prima c’era stato lo spavento per il lieve malore accusato da Priscilla Schiano fuori il piazzale della scuola, dopo attimi concitati in cui era presenta anche uno dei simpatizzanti della lista di Borghini, il santostefanese Delio Schiano, che al Tirreno racconta: «Mi dispiace per tutto quello che è successo – dice – Io ho esultato in un momento di felicità. Ho detto “finalmente un po’ d’aria fresca, forza Borghini”. C’erano tante persone che erano già tristi per il risultato, ma non pensavo a reazioni simili: ho ricevuto degli sputi. Io non mi sono mosso di un centimetro. Sicuramente mi sono trovato là al momento sbagliato, con tutta la gente che stava uscendo insieme a Priscilla. Lei era anche lontana da me perché c’era tanta gente, mi dispiace che si sia sentita male. Io le ho solo detto che “adesso bisogna andare a lavorare”: forse in quel caso ho esagerato, ma altre offese non ci sono state. Sono anche disposto a chiarire privatamente con lei».

La candidata è stata poi soccorsa anche da un’ambulanza della confraternita di Misericordia anche se, come confermano le forze dell’ordine, Schiano ha poi deciso di non andare in ospedale. Non pare dunque che ci saranno strascichi per quanto accaduto. E l’epilogo del voto adesso è già storia: Borghini ieri mattina, assieme ai suoi consiglieri, è stato nominato sindaco di Monte Argentario.


 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro