Quotidiani locali

Vai alla pagina su Toscana economia
 Unieuro dà il via alle  candidature

Unieuro dà il via alle candidature

Selezioni aperte sul sito del colosso dell’elettronica. Cisl conferma: «Lo store dell’Aurelia Antica è da 16 posti full time»

GROSSETO. Ci siamo: Unieuro apre ufficialmente le candidature e seleziona commessi per la vendita al dettaglio in vista dell’apertura del nuovo store al centro commerciale Aurelia Antica. Il colosso italiano dell’elettronica sta rispettando la tabella di marcia annunciata qualche settimana fa quando – grazie ai sindacati che cercavano una chance di reimpiego per i dipendenti Mediaworld lasciati a piedi dal brand tedesco – venne confermato il taglio del nastro per la fine dell’estate 2018 di un nuovo punto vendita a marchio Unieuro, nel fondo commerciale che era stato occupato fino al 31 marzo, giorno della chiusura definitiva, da Mediaworld. Cisl Fisascat conferma: «Il nuovo negozio ha un fabbisogno di personale pari a 16 dipendenti full time».

Via alle candidature. Sul sito di Unieuro – unieurospa.com – alla sezione “Lavora con noi” è spuntato l’avviso di ricerca di personale in vista dell’apertura del nuovo store: si può inviare il proprio curriculum direttamente da qui. Ecco l’identikit del candidato ideale: è un appassionato dell’elettronica, è abile nell’approcciare il cliente, ha esperienza nella vendita al dettaglio – costituisce titolo preferenziale essere stati impiegati in gruppi di un certo respiro – e si è già occupato dell’allestimento di spazi espositivi.

Posti vacanti e contratti. Nell’avviso sul sito di Unieuro non è specificato quanti siano i posti vacanti, ma i sindacati lo sanno con verosimile certezza. «Nell’incontro che abbiamo avuto ad inizio maggio a Bologna con Unieuro – descrive Simone Gobbi di Fisascat Cisl Grosseto – e che aveva l’obiettivo di garantire una chance di reimpiego per i circa venti dipendenti Mediaworld rimasti senza lavoro, Unieuro ci ha comunicato che il nuovo store sarà da 16 dipendenti full time». Si tratterebbe dunque di 16 posti se fossero tutti a tempo pieno; e di un numero superiore a 16, invece, se una quota di addetti – sul punto di essere assunti – si accordasse per un contratto part time. Tant’è che nell’avviso che dà il via alle candidature si legge che Unieuro – sede a Forlì, centro logistico a Piacenza, 457 negozi, più di 3.900 dipendenti e ricavi nel 2016 per 1, 557 miliardi di euro (Fonte, Il Sole 24 ore) – offre sia contratti part time (orizzontale e verticale) che full time.

Determinato o indeterminato? Sempre nell’avviso si legge che i posti di lavoro sono «a tempo determinato». Il colosso dell’elettronica apre e non offre assunzioni stabili? «Noi crediamo che delle assunzioni a tempo indeterminato ci saranno – nota Gobbi rammentando il fabbisogno delle 16 unità full time – Di solito i grandi gruppi tendono ad assumere un po’ di personale in eccedenza quando aprono un nuovo punto vendita, poi, passata l’onda del taglio del nastro non confermano tutti, ma è normale che sia così: anzi, il fatto che lo specifichino è per non creare false illusioni».

L’amarezza. La notizia che Unieuro apra le candidature, nel rispetto della tabella di marcia, è sicuramente un fatto positivo. Resta l’amaro in bocca per la ventina di dipendenti Mediaworld a spasso. «Qualche giorno fa – dettaglia Gobbi – Unieuro ci ha comunicato la

modalità con cui gli ex Mediaworld possono candidarsi direttamente alla selezione: credo che saranno contatti per i colloqui entro la fine di giugno. Per ora spiace che per loro non ci sia nulla di più di un po’ di accuratezza con cui verranno valutati i loro profili: vedremo».
 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro