Quotidiani locali

A Semproniano vince Luciano Petrucci

Testa a testa nella notte, poi il risultato sul filo di lana. Cavezzini vince nella sezione di Catabbio

SEMPRONIANO. Luciano Petrucci della lista “Semproniano Bene Comune” è il nuovo sindaco di Semproniano. Vince per poche decine di voti di vantaggio sull’altro candidato, Alfonso Cavezzini della lista “Uniti per Semproniano”. A fare la differenza alla fine – a quanto pare, dopo un testa a testa – è stata la sezione di Semproniano-paese che raccoglie anche i voti della frazione di Rocchette di Fazio.

Intorno alla mezzanotte e trenta su tre sezioni – Semproniano-paese, Catabbio e Petrucci – ne risultavano scrutinate due. A Catabbio, la prima ad aver chiuso lo spoglio, i risultati sono: 89 a 42 a favore di Cavezzini; a Petricci, invece, 105 a 85 a favore di Petrucci. Poi, intorno all’una meno un quarto della notte, il risultato che giunge sul filo di lana: vince Petrucci.

Luciano Petrucci è nato a Magliano in Toscana nel 1950. Poco dopo essersi laureato in veterinaria, arriva a Semproniano nel 1977 come libero professionista e proprio in virtù del suo lavoro conosce e entra in contatto col territorio Semproniano e quello circostante. Una frequentazione che prosegue anche quando, nel 1985 diventa dipendente Asl e gli viene assegnato il territorio dell’Amiata e di Semproniano. Poi entra a lavorare al servizio veterinario del Pizzetti a Grosseto ed è oggi in pensione. Impegnato anche nel sociale della vita del borgo, è stato prima consigliere e adesso presidente pro tempore della locale casa di riposo. Petrucci proviene dalle file di Alleanza nazionale e si definisce uomo di centro-destra, fede che ha sempre dichiarato orgogliosamente sia nelle sue vesti di cittadino che in quelle di sindaco e uomo politico: è già stato infatti sindaco di Semproniano dal 1994 al 2003 ed ha ricoperto anche il ruolo di vicesindaco nella vicina Roccalbegna quando era sindaco Aldo Scoccati. Risiede a Grosseto con la famiglia: la moglie Marcella, farmacista, il figlio Dario e la figlia Elisa, presidente dell’ordine dei farmacisti di Grosseto che gli ha dato un nipotino, Gabriele. Oltre la politica e l’attività di veterinario, la grande passione di Petrucci sono i cavalli, ma ama sottolineare il legame viscerale con tutti

i tipi di animali che costituiscono il filo rosso della sua vita. Propositivo, buon ascoltatore, la sua parola d’ordine è essere al servizio dei cittadini. Cavalli di battaglia del programma: scuole, viabilità, servizi sociali, agricoltura e allevamento.

Fiora Bonelli

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro