Quotidiani locali

L'INIZIATIVA

Votate il vostro bar preferito Gara fino all’ultimo tagliando

Da oggi i lettori possono scegliere gli addetti ai lavori degli esercizi di tutta la provincia Premi per i vincitori e per i clienti. Il galà conclusivo è in programma il 22 luglio

GROSSETO. Cosa c’è di più “sociale” di un bar? È un punto di ritrovo frequentatissimo e diffusissimo: in alcune località è addirittura il centro vitale, il riferimento numero uno, il luogo aperto quasi per tutta la giornata. E allora, perché non pensare ad assegnare un riconoscimento a chi lavora dietro al bancone o comunque a chi si dà da fare perché un esercizio pubblico di questo tipo funzioni al meglio?

I promotori. È questo lo spirito che anima il nuovo gioco de Il Tirreno. Dopo la fortunata edizione di “Commessa dell’anno” (ben 17mila i tagliandi inviati alla nostra redazione) culminato con la serata alla Cava di Roselle, per questa estate il nostro giornale lancia “Il mio bar”, un’iniziativa sviluppata da Lucio Lapalorcia e Mauro Tenerini, in collaborazione con Confesercenti e Confcommercio. Entrambe le associazioni di categoria hanno dato il proprio appoggio entusiasta al gioco. Un’iniziativa che gode anche del patrocinio dell’amministrazione comunale, assessorato al commercio.

Il logo realizzato per il nostro...
Il logo realizzato per il nostro gioco da Dominga Tammone: Il Cafferello, un acquerello a base di caffè

Come si vota. Avete un bar preferito? Volete indicare il gestore preferito? La cameriera più brava? L’animatore più simpatico? Da oggi è possibile farlo: i nostri lettori possono indicare i “bartender” (così indicheremo genericamente le figure che ruotano intorno ai pubblici esercizi) preferiti: uomini o donne, chiaramente, non ci sono differenze. Nel tagliando che pubblichiamo in pagina vanno indicati il nome del bar con l’indirizzo e il nome del o della bartender. Il tagliando va recapitato (in originale, non sono ammesse fotocopie) o per posta o a mano entro il 16 luglio alla nostra redazione, che ha sede in via Oberdan 5, 58100 Groseto. Non importa mandarli giorno per giorno: i tagliandi possono essere consegnati o inviati anche tutti insieme. Anzi, questa “tattica” ha consentito per la “Commessa dell’anno” di ribaltare classifiche provvisorie che sembravano inattaccabili, conferendo un’atmosfera thriller all’attesa per l’esito delle votazioni.

Le classifiche. Man mano che giungeranno i tagliandi, la nostra redazione raggiungerà i bar indicati, ovunque essi siano, per effettuare interviste e foto, per far conoscere meglio realtà importanti sia dal punto di vista umano sia dal punto di vista professionale.

I premi. È vero che è un gioco, ma c’è più soddisfazione se ci sono dei premi. Per i bar sono previste delle forniture, come i 1.500 euro di bevande offerte da Montecchi Bevande di Grosseto, distributore; come i 1.000 euro in caffè offerti da Sol Caffè Grosseto; come i 500 euro in pasticceria fresca offerti da La Favorita. Drink, pasta e caffè: tre elementi distintivi del bar made in Italy. Ma è chiaro che al gioco possono partecipare tutti i tipi di bar: quelli che aprono solo di sera e tirano tardi insieme ai clienti; quelli che prima dell’alba hanno già tirato su le saracinesche; quelli dove si gioca incessantemente a carte; quelli che accompagnano la scansione temporale di attività lavorative vicine; quelli méta della clientela di transito. E poi ci saranno premi particolari, come quelli ai clienti speciali. E premi anche a chi parteciperà al galà finale, in programma il 22 luglio alla palestra New Life di Paolo Prisciandaroin via Sordi.

Il logo. Come ogni gioco che si rispetti, ecco anche il logo. La mano di Dominga Tammone ha prodotto il “Cafferello”, un acquerello a base di caffè (e non poteva essere diversamente) che riassume lo spirito dell’iniziativa. E allora buon voto a tutti!
 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro