Quotidiani locali

«Liste d’attesa insostenibili»

Sorano, la giunta denuncia le criticità degli ospedali di Pitigliano e Orbetello. «L’azienda intervenga»

SORANO. «L’Asl aveva assicurato il progressivo superamento delle criticità ma a distanza di quattro mesi la situazione si è ulteriormente appesantita». Così la sindaca di Sorano Carla Benocci. Sotto i riflettori «le liste di attesa all’ospedale di Pitigliano e la situazione di alcuni reparti dell’ospedale di Orbetello (cardiologia, chirurgia, medicina, ortopedia) che si riflette pesantemente anche sulle attività ambulatoriali».

La giunta comunale ha approvato un documento predisposto dall’assessore alla salute Pierandrea Vanni e inviato al direttore generale della Usl sud est, ai sindaci della zona sud e alla Regione. «Mi sono rivolta – dice Benocci – all’assessora regionale Stefania Saccardi, al consigliere regionale Leonardo Marras e al presidente della conferenza dei sindaci dell’Usl Sud per rappresentare una situazione non più sostenibile e chiedere iniziative sollecite». Sulle liste di attesa, «ai primi di febbraio in occasione della conferenza dei sindaci sono state discusse le criticità su richiesta del Comune di Sorano. La direttrice sanitaria ne aveva assicurato il progressivo superamento ma la situazione si è appesantita».

Come riporta il documento, «i tempi previsti per una visita cardiologica più Ecg oscillano fra i 5 e i 6 mesi, per un doppler sono necessari 6 mesi, per una visita reumatologica fra i 5 e i 6 mesi. Per un’ecografia 4 mesi. Particolarmente grave la situazione per quanto riguarda l’ortopedia ambulatoriale. Al momento non vengono accettate prenotazioni per le prime visite né a Pitigliano né, a quanto risulta, a Orbetello, prime visite che sono effettuate esclusivamente nel distretto sanitario di Santa Fiora sull’Amiata o nell’ospedale di Castel del Piano, con notevoli problemi di mobilità e disagi per le persone anziane». La giunta sottolinea «come non ci siano la dovuta attenzione e l’impegno nei confronti degli ospedali minori», come dimostra particolarmente «la situazione degli organici di alcuni reparti ospedalieri di Orbetello. Nonostante le ripetute assicurazioni ad oggi non è stata risolta la carenza di personale medico nel reparto di cardiologia, in sofferenza da fine gennaio, con pesanti riflessi sull’attività degli ambulatori di Manciano e Pitigliano, e in quello di chirurgia, in sofferenza da tempo. Un’ulteriore grave sofferenza si prospetta a breve in termini di organici per il reparto di medicina dell’ospedale di Orbetello dove si registra un cronico, pesante carico di lavoro e una situazione non più fronteggiabile per rispondere alle esigenze di una popolazione che d’estate aumenta in modo esponenziale. In questo quadro si prospetta l’interruzione dell’attività di ecodoppler. La mancata soluzione dei problemi della ortopedia a Orbetello rappresenta un’altra grave carenza». La giunta richiama la direzione generale e sanitaria alle loro responsabilità «che non si assumono mandando solo messaggi rassicuranti ai quali non fanno seguito iniziative concrete. Chiede a Regione, giunta e consiglio, di intervenire tempestivamente nei confronti dei vertici della Usl perché siano date risposte reali a problemi seri e concreti aperti da tempo». Si

rinnova la richiesta, già avanzata 4 mesi fa da sindaco e assessore, perché sia prevista un’attività ambulatoriale di geriatria a Pitigliano e chiede che sia assicurata l’assunzione dei due assistenti sociali nella zona sud, previsti dall’organico, preannunciata da tempo».



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro