Quotidiani locali

dal 15 agosto 

Campagna di ripopolamento In arrivo 24mila fagiani

GROSSETO. Saranno immessi sul territorio 24mila fagiani, 5mila pernici e circa 300 lepri. Gli animali saranno “lanciati” nei 19 comuni che fanno parte dell’Ambito Territoriale di Caccia 7 Grosseto...

GROSSETO. Saranno immessi sul territorio 24mila fagiani, 5mila pernici e circa 300 lepri. Gli animali saranno “lanciati” nei 19 comuni che fanno parte dell’Ambito Territoriale di Caccia 7 Grosseto Sud entro il 15 agosto, per il periodo successivo sottoposto a caccia programmata che va dalla terza domenica di settembre fino al 31 gennaio 2019, secondo il calendario venatorio. Gli esemplari saranno acquistati dall’Atc 7 da allevamenti specifici nei centri pubblici di selvaggina, che saranno definiti in base al bando di gara. Potranno essere cacciati da chi ha il tesserino venatorio per sopperire alla mancanza di queste specie sul territorio, a differenza invece di cinghiali, caprioli e delle stesse lepri che, invece, si trovano in gran quantità. Lo scorso anno, invece, furono immessi animali in maniera ridotta, visto il precedente commissariamento dell’Atc e il conseguente accorpamento territoriale dei Comuni che adesso si trovano a far parte del distretto 7. Si tratta dei territori di Arcidosso, Campagnatico, Castel del Piano, Capalbio, Castellazzara, Cinigiano, Grosseto, Isola del Giglio, Magliano, Manciano, Monte Argentario, Orbetello, Pitigliano, Roccalbegna, Santa Fiora, Scansano, Seggiano, Semproniano e Sorano.

A sbloccare la procedura per l’acquisto degli animali e il successivo lancio è stato il Comune di Monte Argentario, che ha aderito alla richiesta fatta dall’Atc entrando nella convenzione “settore contratti e gare”. È stato dunque formalizzato un protocollo d’intesa per un anno alla “centrale unica di committenza” di Monte Argentario. Con questo procedimento, entro il 15 agosto del 2018 saranno immessi nei 19 Comuni che fanno parte dell’Atc 7 Grosseto Sud gli esemplari, che saranno poi cacciati nel periodo previsto dall’apertura della stagione venatoria. «Vogliamo fare un ringraziamento al Comune di Monte Argentario – spiega il vicepresidente dell’Atc Alessandro Cacciò – per aver aderito alla richiesta dell’Atc sulla possibilità di convenzione, in rispetto alle procedure contenute nel decreto legislativo numero 50 del 18 aprile 2016. Le nuove modifiche alla Lrt 3/94 impongono alle Atc di attuare procedure per l’affidamento di servizi e forniture, nel rispetto del decreto legislativo stesso. Abbiamo formalizzato, alla presenza del sindaco Arturo Cerulli, del segretario comunale Lucio Luzzetti e del delegato del Comune alla caccia Alessandro Roncolini, un protocollo d’intesa per un anno. Grazie a questa disponibilità sarà così possibile immettere gli animali in tutti i territori che fanno parte dell’ambito territoriale Grosseto Sud. Dunque ringraziamo il Comune per questa possibilità, che ci ha risolto un bel problema

facendo la centrale unica di committenza. Senza questa amministrazione non avremmo potuto acquistare la selvaggina per i 19 comuni che fanno parte dell’Atc. È un passaggio che i cacciatori dell’Argentario e di tutto il territorio devono conoscere».

Andrea Capitani

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro