Quotidiani locali

Il parco per Maria Sole diventerà una realtà

Il consiglio comunale approva la proposta all'unanimità. Alla bambina scomparsa a novembre sarà dedicato un luogo di gioco

GROSSETO. Era novembre quando Maria Sole è volata in cielo. Come un angelo. Aveva otto anni. A sei mesi di distanza dalla scomparsa della bambina, figlia del consigliere regionale Pd Leonardo Marras, il consiglio comunale di Grosseto approva all’unanimità la proposta di dedicare un piccolo parco – un luogo di gioco, di svago ma anche di speranza – al ricordo della piccola: dove ancora non si sa, ma è intenzione condivisa realizzarlo il prima possibile.

Dai banchi della maggioranza come da quelli dell’opposizione, ieri – durante la pubblica assise – hanno detto tutti sì alla proposta che è arrivata dal consigliere di Passione per Grosseto Rinaldo Carlicchi: «Dedichiamo a Maria Sole, sorridente e combattiva anche nei momenti più difficili della malattia, un luogo di ritrovo, di svago, di gioia». Farlo «significa celebrare la bellezza dell’infanzia – sono ancora le parole di Carlicchi per la platea dei consiglieri – il momento dell’incanto, l’allegria dei primi passi verso la vita».

Il parchino  «sarà un luogo della speranza, dove ogni adulto, accompagnando un bambino, potrà riflettere sulla necessità di aiutare la ricerca, di fare tutto il possibile perché la guerra contro quel male meschino e subdolo (che ha strappato la piccola all’amore della sua famiglia, ndr) un giorno sia vinta. E che giovani vite come quella di Maria Sole non vengano più interrotte. Ricordiamoci – conclude Carlicchi – che l’amore vince sempre».

Sarà un regno incantato dei giochi, delle corse, delle risate, dei fiorellini raccolti per essere donati alla mamma, delle gare sulle altalene, dei nascondigli perfetti come solo la fantasia dei bambini sanno trovare, degli scivoli avventurosi, dei palloncini da tenere stretti e che poi – a fine giornata – scivolano verso il cielo senza che le lacrime scendano: domani sarà un altro giorno e ce ne sarà

un altro da tenere stretto. Carlicchi descrive così quello che dovrà essere la stanza senza confini che custodirà il ricordo di Maria Sole che sorrideva sempre, prima degli altri. Il consiglio comunale ha detto sì. Per lei potrebbe essere non allestito ma realizzato un parchino tutto nuovo.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori