Quotidiani locali

Sani è il deputato più ricco Ma al top c’è Mugnai

Cinque i parlamentari uscenti eletti in Maremma o di origine grossetana  Gli imponibili vanno dai 93mila ai 150mila euro. Il dettaglio per ciascuno di loro

GROSSETO. Quattro deputati e un senatore, con redditi imponibili che oscillano tra i 93mila e i 150mila euro. I parlamentari uscenti nati in provincia di Grosseto sono cinque, uno dei quali eletto nella circoscrizione del Lazio e quattro in quella della Toscana. Il più ricco è l’ex senatore Franco Mugnai, che, nella dichiarazione Persone fisiche 2017 relativa ai redditi dell’anno precedente, ha dichiarato 150.068 euro di imponibile. Seguono, nell’ordine, Luca Sani (127.682 euro), Monica Faenzi (99.878), Roberta Lombardi (94.265) e Marisa Nicchi (93.306). Notevoli, in qualche caso, le differenze tra il reddito relativo alla dichiarazione compilata nell’anno di inizio della XVII legislatura, il 2013, e quello contenuto, invece, nella documentazione presentata nel 2017. I dati reddituali dei parlamentari sono interamente disponibili, in formato pdf, sui siti di Camera e Senato.

Franco Mugnai. Per quanto riguarda la provincia di Grosseto, dunque, il più ricco è un ex senatore. Franco Mugnai, nato a Castell’Azzara, è un avvocato ed è subentrato a palazzo Madama a fine 2017, in sostituzione del deceduto Altero Matteoli (reddito 2017: 134.384 euro), inserendosi nel gruppo parlamentare Fi-Pdl. Il suo reddito imponibile supera i 150mila euro e l’ex senatore risulta comproprietario al 50% di due appartamenti, uno a Castell’Azzara e uno a Porto Ercole.

Luca Sani. L’ex deputato nato a Massa Marittima è stato eletto nel 2013 nelle fila del Pd. Imprenditore turistico, Sani, nel corso dell’ultimo mandato parlamentare, ha ricoperto la carica di presidente della commissione agricoltura. Nel 730 dell’ex parlamentare, che ha preso parte anche alla XVI legislatura, figura un imponibile di oltre 127mila euro. Sani è anche titolare di due fabbricati a Massa Marittima e risulta azionista della Girifalco, una società operante nel settore turistico. Il suo reddito imponibile relativo all’anno 2012, dunque prima dell’inizio dell’ultima legislatura, ma collegato a un periodo nel quale Sani era comunque deputato, è di 95.573 euro.

Monica Faenzi. Subito dopo l’imprenditore agricolo di Massa Marittima, nella classifica dei parlamentari maremmani più ricchi c’è la grossetana Monica Faenzi. Appartenente al gruppo Fi-Pdl prima e al gruppo misto dopo, verso la fine della legislatura Faenzi ha aderito allo schieramento di Noi con l’Italia-Scelta civica-Maie. I suoi redditi imponibili relativi all’anno 2016 ammontano a 99.878 euro, circa 6.500 euro in più rispetto a quanto dichiarato nel 2013. Faenzi da qualche mese gestisce, insieme al marito, il teatro La Saletta a Sticciano. A inizio legislatura l’allora deputata ha dichiarato la proprietà di un fabbricato a Grosseto e la comproprietà di due immobili, uno nella medesima città e l’altro a Roccastrada.

Roberta Lombardi. A differenza di Faenzi che ha preso parte anche alla XVI legislatura, Roberta Lombardi ha esordito in parlamento nel 2013, eletta con il M5s nella circoscrizione Lazio. Nata a Orbetello, la ex parlamentare nel 2017 ha dichiarato un reddito imponibile di 94.265 euro, circa 70.000 euro in più rispetto alla dichiarazione relativa all’anno 2012, periodo in cui ancora non sedeva in Parlamento.

Marisa Nicchi. In fondo alla graduatoria dei “paperoni” maremmani di Montecitorio si

trova Marisa Nicchi, grossetana eletta con Sel in Toscana. Nicchi nel 2017 ha dichiarato un reddito di 93.306 euro, a fronte dei 18.460 euro relativi al 2012. Nicchi, infine, nel 2013 dichiarava di essere titolare di due appartamenti, uno situato a Livorno e l’altro a Rio nell’Elba.

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro