Quotidiani locali

Lupo o canide? Il predatore fa tappa al ristorante

Nuovo avvistamento in Feniglia, ristoratore fotografa un esemplare. Sopralluogo dei carabinieri forestali: prese alcune impronte lasciate sulla sabbia

ANSEDONIA. «Adesso come risolviamo questo problema?». A porgere la domanda è Franco Bastanti, residente ad Ansedonia da settant’anni e titolare di un ristorante situato nei pressi dell’ingresso della riserva della Feniglia. Dove, da circa un anno, è stata registrata la presenza di un branco di canidi, forse lupi, all’interno del territorio. «Mai la pineta è stata popolata da simili animali selvatici – sostiene Bastanti in un lungo post su Facebook, corredato da foto che ritraggono un predatore di fronte a uno dei ristoranti –. La fauna ricorrente è di caprioli, cinghiali, volpi, conigli e tutte le specie di volatili acquatiche e migratorie. Da cinque mesi sono stati notati un branco di lupi selvatici, che scorrazzano per tutto il tombolo, causando un abbandono in massa di animali docili come caprioli e daini (questi si sono rifugiati nelle colline vicine di Ansedonia a Poggio Tiberio)».

"Aiuto, c'è un lupo in pieno centro". Ma il Wwf ha molti dubbi Una cittadina di Porto Ercole (Grosseto) ha postato su Facebook questo video che ha ricevuto migliaia di visualizzazioni: "Prima giravano in paese solo i cinghiali, ora anche i lupi", scrive la donna. Tuttavia, ci sono molti dubbi sulla natura dell'animale ripreso nelle immagini L'articolo

A onor di cronaca va precisato che al momento non c’è alcuna certezza che quelli avvistati in Feniglia siano lupi puri. Potrebbe ad esempio trattarsi di incroci tra cane e lupo (i cosiddetti ibridi).

Che siano esemplari puri o meno, si tratta comunque di animali selvatici. E la gente ha paura. «La pineta e il parco naturale – scrive ancora il ristoratore – sono aperti alle persone, avendo i cancelli. Ciclabile e pedonali inclusi. Consiglio: se altro sistema più razionale non è stato trovato, venga chiusa la pineta con una rete. Dalla parte della spiaggia di Ansedonia, siano chiusi i cancelli con il divieto assoluto di non entrare e siano messi cartelli che segnalano la presenza di animali selvatici e pericolosi».

I carabinieri forestali durante il...
I carabinieri forestali durante il sopralluogo di ieri (foto Enzo Russo)

La presenza di uno di questi esemplari Bastanti l’ha catturata in alcune immagini scattate di fronte al ristorante Il Botteghino ad Ansedonia sabato scorso. «Mi chiedo – aggiunge Bastanti – come mai adesso escono dalla pineta anche di giorno, incuranti delle auto e dei pochi passanti che transitano sul ponte di via Comunale. Mi chiedo: non esiste all’interno della pineta un corpo forestale che tuteli la sicurezza delle persone? Avendo un’attività ricettiva di ristorazione, questa situazione sta creando un danno economico. La mia preoccupazione è per il weekend di Pasqua: saranno aperti anche i ristoranti sulla spiaggia e avremo per due, tre giorni una grossa affluenza di turisti. Non posso immaginare quando saremo in quattro ristoranti aperti, avremo il branco fuori dai cancelli e sicuramente nessun avventore. Spero che questa mia lettera sia letta da chi può intervenire radicalmente e risolvere il tutto entro e non oltre il 20 marzo».

E l’appello del ristoratore Bastanti pare aver avuto un primo effetto. Ieri pomeriggio i carabinieri forestali sono infatti andati ad Ansedonia sul luogo di questo avvistamento. I militari hanno monitorato la zona in cui è avvenuto l’ultimo avvistamento e hanno individuato alcune delle impronte lasciate sulle dune da quello che parrebbe essere uno dei predatori che abitano la Feniglia.

Le impronte di un canide rilevate in...
Le impronte di un canide rilevate in zona (foto Russo)

 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro