Menu

Vai alla pagina su Elezioni politiche 2018
A Grosseto e provincia affluenza di poco al di sotto della media toscana

A Grosseto e provincia affluenza di poco al di sotto della media toscana

Alle 19 aveva votato il 63 per cento degli aventi diritti, in Toscana il 63,9% - Le foto

Rispetto alle elezioni politiche del 2013, alle 12 di oggi ha votato il 21,22% dei 172.666 elettori ed elettrici della provincia, ovvero il 3,93% in più rispetto alle precedenti consultazioni. Il dato è stato pubblicato dal Ministero dell'Interno poco dopo le 12.45.

Alle elezioni politiche del 2013 l’affluenza in provincia di Grosseto alle 12 era stata del 17,29%; nel capoluogo oggi alle 12 ha votato il 20,88% degli elettori, mentre nel 2013 la percentuale è stata del 17,98. L’affluenza totale in provincia, sempre cinque anni fa, fu alla fine del 76,65%.

Alle 19, invece, aveva votato il 63% degli aventi diritto, percentuale di poco al di sotto della media toscana che sfiora il 64% (63,9%)

In provincia di Grosseto sono chiamati a votare 82.674 elettori e 89.992 elettrici.

La percentuale dei votanti comune per comune

 

 

% ore 12

% ore 19

% ore 23

Prec.

GROSSETO

 

21,22

63,06

-

-

ARCIDOSSO

 

21,14

63,58

-

-

CAMPAGNATICO

 

21,23

64,85

-

-

CAPALBIO

 

23,61

65,92

-

-

CASTEL DEL PIANO

 

18,76

54,66

-

-

CASTELL'AZZARA

 

21,50

63,82

-

-

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

 

23,44

62,07

-

-

CINIGIANO

 

18,91

63,75

-

-

CIVITELLA PAGANICO

 

23,62

67,85

-

-

FOLLONICA

 

19,46

63,04

-

-

GAVORRANO

 

20,98

61,54

-

-

GROSSETO

 

20,88

63,44

-

-

ISOLA DEL GIGLIO

 

24,13

55,27

-

-

MAGLIANO IN TOSCANA

 

19,50

63,50

-

-

MANCIANO

 

22,68

63,54

-

-

MASSA MARITTIMA

 

22,92

65,78

-

-

MONTE ARGENTARIO

 

20,29

60,87

-

-

MONTEROTONDO MARITTIMO

 

23,84

70,08

-

-

MONTIERI

 

27,70

70,64

-

-

ORBETELLO

 

23,56

63,63

-

-

PITIGLIANO

 

21,26

63,84

-

-

ROCCALBEGNA

 

21,29

61,34

-

-

ROCCASTRADA

 

20,27

60,27

-

-

SANTA FIORA

 

20,45

65,50

-

-

SCANSANO

 

23,40

62,62

-

-

SCARLINO

 

21,86

63,03

-

-

SEGGIANO

 

21,46

64,55

-

-

SEMPRONIANO

 

17,61

59,39

-

-

SORANO

 

20,56

64,12

-

-

 



Si vota soltanto oggi, dalle 7 alle 23. I seggi, nei vari centri della provincia, sono quelli tradizionali con due sole eccezioni legate all’inagibilità provvisoria dei locali normalmente allestiti: a Follonica i seggi numero 19, 20, 21 e 22 sono trasferiti dalla scuola di via Palermo alla scuola elementare di via Varsavia. E a Manciano il seggio numero 7 di Poderi di Montemerano è trasferito a Manciano alle scuole elementari di piazza Dante Alighieri.

I candidati maremmani al voto....
I candidati maremmani al voto. Dall'alto in senso orario: Caterina Orlandi del M5s, Leonardo Marras per il centrosinistra (Pd, Insieme, +Europa, Civica popolare), Mario Lolini e Roberto Berardi per il centrodestra (Forza Italia, Lega, Fratelli d'Italia, Noi con l'Italia)

Subito dopo la chiusura dei seggi inizieranno le operazioni di spoglio delle schede. Prima saranno scrutinate le schede del Senato e poi quelle della Camera. Come sempre per votare bisogna presentarsi al seggio in possesso di un documento d’identità valido e della tessera elettorale. E come sempre chi avesse esaurito gli spazi della tessera elettorale e avesse smarrito la tessera può richiederla anche nel giorno di domenica all’ufficio elettorale del proprio Comune. Il rilascio della nuova tessera non ha costi e avviene immediatamente, previa esibizione della vecchia tessera elettorale e di un documento di identità.

A Grosseto, per esempio, l'ufficio elettorale e l'ufficio Servizi demografici, in via Saffi 17, saranno aperti con orario continuato dalle 7 alle 23. Per informazioni: 0564 488725 o 0564 488724. Anche l'Ufficio anagrafe, in via Saffi 17, sarà aperto per il solo rilascio delle carte di identità, sempre dalle 7 alle 23 (info 0564 488728 o 0564 488775).



Il voto è misto: maggioritario e proporzionale. Nei listini proporzionali di Camera e Senato i candidati sono quattro al massimo per ogni partito, tutti indicati nelle schede.

Nel maggioritario alla Camera si sfidano: per il centrosinistra (Pd, Insieme, +Europa, Civica Popolare) Leonardo Marras, per il centrodestra (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Noi con l’Italia) Mario Lolini, per il M5s Caterina Orlandi, per Liberi e Uguali Alessandro Brunini, per CasaPound Gino Tornusciolo, per Potere al Popolo Massimo Cini, per il Partito Comunista Alessandra Salvaterra, per Il Popolo della famiglia Manola Finetti, per Italia agli Italiani Valentina Bucchi, e Per una Sinistra rivoluzionaria Alessio Floriano Leo. Nel maggioritario al Senato corrono Silvia Velo (centrosinistra), Roberto Berardi (centrodestra), Gregorio De Falco (M5s), Gian Piero Joime (CasaPound), Catia Sonetti (Liberi e Uguali), Stefania Amarugi (Potere al Popolo), Francesco Pappalardo (Partito Comunista), Andrea Barnini (Il Popolo della Famiglia), Dario Trotta (Italia agli Italiani), Ruggero Rognoni (Per una Sinistra rivoluzionaria).

Con la nuova legge elettorale, il famoso “Rosatellum”, sono state apportate modifiche ai confini dei collegi e anche alle regole che determinano la validità del voto. Dunque per tutti gli elettori un consiglio: prima di “mettere il segno” sulla scheda informatevi bene. Non c’è nulla di cui vergognarsi e non si rischia di vedere invalidato il proprio voto.
 

 

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro