Quotidiani locali

TRA SPORT E SOLIDARIETA'

Comitato per la Vita: Alessandra Sensini farà da testimonial

L’atleta oro olimpionico raccoglie l’invito di Tognazzi: «Sono onorata di rappresentare i valori della vostra onlus» 

GROSSETO. È Alessandra Sensini la testimonial delle prossime iniziative del Comitato per la Vita di Grosseto. La scelta della presidente Enrica Tognazzi nell’individuare un volto che accompagnasse le future campagne benefiche della onlus è ricaduta sull’atleta plurimedagliata olimpionica – un oro, un argento e due bronzi in quattro edizioni dei giochi e dieci titoli iridati alle spalle – che nel corso della sua carriera sportiva ha sempre celebrato i valori di vita che lo sport trasmette: sacrificio, impegno, prevenzione. Sono gli stessi valori che fanno parte dell’etica del comitato che da 35 anni persegue obiettivi di solidarietà organizzando e partecipando ad eventi di raccolta fondi per la lotta contro i tumori.

Alessandra Sensini, che sta proseguendo la sua attività a livello dirigenziale come vicepresidente Coni, è dunque l’immagine giusta per dare anche un volto alla presenza già tradizionalmente tangibile del Comitato per la Vita. «Per me – dice l’atleta – è un onore rappresentare i valori del comitato. Appena Enrica mi ha telefonato per propormi quest’opportunità, ho accettato senza alcun indugio».

Il corteggiamento di Alessandra da parte del consiglio direttivo della onlus non è durato dunque molto: la perfetta testimonial era lei, il volto sorridente e vincente nato in Maremma, «la madrina ideale che ci accompagnasse verso un anno ricco di iniziative», dicono i membri del comitato.

Ancora non sono state rese note le prime uscite del Comitato con testimonial Alessandra Sensini ma sicuramente l’oro olimpico di Sidney 2000 sarà presente a tante iniziative a cui parteciperà, lo immaginiamo, una folla che renderà onore a lei e all’attività del Comitato.

«Per vincere le battaglie sportive – racconta Alessandra – occorre amore per se stessi, coraggio, tenacia, sacrificio e prevenzione così come nella malattia». A darle il benvenuto è stata un’emozionata Enrica Toniazzi che ha voluto suggellarne la presentazione ufficiale consegnando alla vicepresidente del Coni una medaglia – forse la più bella e simbolica mai ricevuta – di grande valore per il comitato: quella della vita; bordi color oro, un interno con sfondo bianco con riportato il logo del comitato, Alessandra se l’è immediatamente messa al collo come fosse appena salita sul podio.

«È una campionessa della vita e ha uno spirito affine a quello del Comitato – aggiunge la presidente Tognazzi – ed è voluta ritornare a Grosseto in un’occasione per noi importante, nonostante gli impegni dirigenziali che spesso la portano lontano dalla sua città e da Roma, dove vive. Siamo orgogliosi che ci rappresenti».
Ora Alessandra deve affrontare un’altra sfida, delicata ma ancora una volta avvincente: quella di aiutare a raccogliere fondi per l’acquisto di macchinari all’avanguardia per l’ospedale Misericordia di Grosseto. Sono 5 milioni di euro la raccolta complessiva di 35 anni di attività, grazie in particolare al Mercatino dei Ragazzi e alle feste della Befana e di Primavera: sono stati finora investiti nel dotare l’ospedale

di apparecchi necessari alle visite ed alle cure di pazienti del reparto di oncologia. «Chiamo i maremmani a partecipare come sempre numerosi agli appuntamenti organizzati dal Comitato per la Vita – conclude con un appello – e ringrazio il direttivo per la fiducia nei miei confronti».

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon