Quotidiani locali

Matteoli, morto sulla sua Aurelia mai diventata autostrada - Video

L'auto dell'ex ministro, forse a causa di un malore, ha tagliato tre corsie prima di scontrarsi con un suv. La tragedia all'altezza di Capalbio, nel punto che lui considerava tra i più pericolosi e per i quali si era battuto per realizzare la Tirrenica. Giovedì i funerali a Roma

Altero Matteoli, la lunga marcia da Cecina a Montecitorio L'ex fedelissimo di Fini che piaceva al Cavaliere iniziò la sua carriera politica nella sua Cecina, sezione giovanile Msi. Silvio Berlusconi nel 1994 lo volle ministro, lui festeggiò al ristorante con triglie tricolori. Un ex missino amico dei "rossi": la sua marcia da Cecina a Montecitorio passando per la battaglia per l'A12 fino alla condanna a 4 anni per il Mose (video a cura di Erika Fossi) - L'ARTICOLO

CAPALBIO. La Bmw di Altero Matteoli appare senza controllo sull’Aurelia, all’altezza della località Giardino. In un attimo, sono da poco passate le 15, finisce sul new jersey dal lato opposto della corsia dell’Aurelia. Siamo nel comune di Capalbio. Al volante della Bmw c’è Altero Matteoli, 77 anni, presidente della commissione Lavori Pubblici al Senato, che procede verso nord, diretto a Lucca a una cena elettorale con il collega di partito Stefano Mugnai, capogruppo di FI in Regione.

Matteoli muore in uno scontro frontale, le immagini dell'incidente Le due auto distrutte, i rilievi della polizia stradale e la parte finale dell'intervento dei vigili del fuoco sull'Aurelia, all'altezza dello svincolo per Ansedonia, dopo il terribile scontro mortale che ha provocato la morte dell'ex ministro Altero Matteoli e il ferimento di altre due persone (video di Franco Casalini) - L'ARTICOLO

Sandra Ligia, 47 anni e Giulio Gravi, 50 anni (entrambi di Roma), viaggiano sul loro suv in direzione opposta, verso Roma. Vedono la Bmw tagliare le tre corsie e andare loro incontro. Si fermano e aspettano lo schianto. L’uomo è stretto al volante, la donna viene scaraventata contro il parabrezza della Nissan Qashqai: con l’elisoccorso Pegaso viene portata all’ospedale Le Scotte di Siena. Le sue condizioni sono gravi ma non destano preoccupazioni, mentre l’uomo che era con lei è stato accompagnato al Misericordia di Grosseto. Anche lui è fuori pericolo.

L'auto di Altero Matteoli distrutta...
L'auto di Altero Matteoli distrutta dopo l'incidente (Foto Franco Casalini)

Matteoli, invece, è morto. L’ambulanza arriva in pochissimi minuti: l’ex ministro ed ex sindaco Orbetello viene tirato fuori dalla sua auto e i sanitari tentano di rianimarlo. Ma la corsa contro il tempo si ferma insieme al cuore del senatore su quell’Aurelia che è diventata autostrada solo per 4 chilometri, fra Rosignano e San Pietro in Palazzi. E, in Lazio, per 12 chilometri a Civitavecchia. In Toscana no.

Gli automobilisti sono stati i primi...
Gli automobilisti sono stati i primi a soccorrere i feriti nell'incidente (Foto Franco CasalinI9

Eppure nessuno meglio di Matteoli sapeva quanto ci fosse bisogno di Tirrenica: per l’economia, per le infrastrutture. Ma soprattutto per la sicurezza. Qui, nel 1985, era rimasto vittima di un incidente gravissimo: costole e gambe fratturate, mesi d’ospedale. Lo ricordava spesso: «È da quando ero consigliere comunale a Livorno (era il 1983) che mi batto per la Tirrenica». Questa battaglia non l’ha vinta. Sull’Aurelia i vigili del fuoco aiutano i soccorritori a estrarre dalle lamiere dell’auto il politico dal Msi è arrivato a Fi (attraverso An e Pdl).

Nell’abitacolo della Bmw del senatore c’è anche il lampeggiante che poteva utilizzare solo quando al volante c’era l’autista e che è stato appoggiato, dopo lo schianto, sul tettino della vettura. Ma mentre Matteoli viaggiava verso Grosseto non era in funzione. E neppure esposto. La salma dell’ex ministro è stata portata all’obitorio dell’ospedale di Orbetello, dove è arrivata intorno alle 16.30: il pm Maria Navarro ha disposto l’autopsia. L’auto senza controllo fa pensare che Matteoli possa essere stato colto da un malore alla guida.

leggi anche:

La procura di Grosseto, intanto, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo nei confronti del conducente del mezzo coinvolto nello scontro con la Bmw guidata da Altero Matteoli. L'uomo era con la moglie alla guida della Nissan Qashqai e stava andando verso Roma.

Secondo una prima ipotesi della polizia Stradale, comunque, pare che sia stata proprio l'auto di Matteoli ad invadere la corsia opposta, scontrandosi con la Nissan. A coordinare l'inchiesta  il pm Maria Navarro. Al momento l'avviso di garanzia rappresenta semplicemente un "atto dovuto" utilizzato dalla magistratura per il sequestro dei mezzi coinvolti e per l'autopsia sulla salma di Matteoli che stata disposta per domani

Verrà effettuata mercoledì 20 gennaio, alle 9,30 all'ospedale di Orbetello (Grosseto) l'autopsia sul corpo di Altero Matteoli, Ad effettuare l'esame sarà l'équipe di medicina legale di Siena. Il corpo di Altero Matteoli poi verrà trasportato a Roma dove, giovedì 21 dicembre, verrà allestita dalle 9 alle 11 la camera ardente in Senato. Alle 12, poi, il funerale nella chiesa di S.Ivo.

IL DOLORE

Morte Matteoli, il sindaco di Orbetello: "Perdiamo una grande persona" Il sindaco di Orbetello, Andrea Casamenti, ricorda Altero Matteoli, morto in un incidente sull'Aurelia (Video di Francesca Ferri)

Intanto continuano i messaggi di cordoglio da parte del mondo politico, anche maremmano. Giovedì 21 dicembre camera ardente in Senato e a seguire i funerali.

“La notizia della morte di Altero Matteoli, avvenuta in un incidente stradale sull’Aurelia, una strada che proprio da Ministro dei trasporti, aveva messo in guardia dai "pericolosissimi incroci a raso" mi lascia sgomenta e rattrista profondamente”, scrive la parlamentare di Ala Monica Faenzi, ex sindaca di Castiglione della Pescaia e consigliera comunale a Scarlino. “Altero era prima di tutto un amico toscano, vero e sincero e poi un politico raffinato, pratico, sempre disponibile. Perdiamo una personalità del mondo politico nazionale, equilibrata e coerente con il suo passato. Resta in tutti noi, ha concluso l’ex sindaco di Castiglione della Pescaia, un esempio da seguire, un modello di vita esemplare al quale guardare con profondo rispetto e ammirazione”.

Stamattina il consiglio comunale ha osservato un minuto di silenzio per la morte del senatore, che dal 2006 al 2011 è stato sindaco di Orbetello. A seguire, tutti i capigruppo hanno espresso messaggi di cordoglio.

“Una tragedia, non c’è altro da dire”. Il sindaco di Orbetello Andrea Casamenti arriva all’obitorio in riva alla laguna con l’assessore Luca Teglia, che per un intero mandato è stato vice di Matteoli quando il senatore era sindaco di Orbetello. Stessa fede politica e profonda amicizia legavano i tre. Matteoli era stato di recente a Gustatus, il festival dei sapori di Orbetello. E appena pochi giorni fa era a Grosseto, città scelta per lanciare la campagna elettorale in Toscana del centrodestra. La salma è arrivata all’obitorio intorno poco dopo le 16.30. Sconvolto anche Rolando Di Vincenzo, ex sindaco di Orbetello. "Ci conoscevamo da 60 anni, ho celebrato le sue nozze. Eravamo a pranzo qualche giorno fa. Ma come si fa?...".

Morte di Matteoli, il ricordo di Rolando Di Vincenzo: "Una vita di partito insieme" L'ex assessore del Comune di Orbetello ricorda Altero Matteoli. "Ci conosciamo da quando abbiamo 20 anni, una vita di partito insieme" (Video Francesca Ferri)

Condoglianze anche dal governatore Enrico Rossi: "A nome mio e della Regione Toscana esprimo le più profonde e sentite condoglianze alla famiglia. Conoscevo Matteoli sin dai tempi della vertenza Piaggio sulla quale anche lui lavorò molto. Più volte ministro, è stato un avversario politico schietto e leale. Fa riflettere che sia scomparso sull'Aurelia, proprio quella strada per cui si è impegnato tanto. Un impegno che abbiamo condiviso e che porteremo avanti con il recente adeguamento per la messa in sicurezza e nel rispetto dell'ambiente".

"Oddio è morto Matteoli!": l'annuncio di Brunetta in Commissione banche Mentre nella commissione d'inchiesta parlamentare sulle banche si stava svolgendo l'audizione del ministro dell'Economia Padoan, il capogruppo di Forza Italia Renato Brunetta è intervenuto per annunciare la morte del suo collega di partito Altero Matteoli, del cui decesso aveva appena appreso con un messaggio sul cellulare. Dopo l'annuncio, i parlamentari presenti sono rimasti in silenzio per diversi secondi. "E' una notizia molto triste, era un grande amico di tutti noi, ma dobbiamo andare avanti" ha poi detto il presidente della commissione Casini. Ex ministro e attuale senatore, Altero Matteoli è deceduto in un incidente stradale all'età di 77 anni.(di Marco Billeci)

"Perdo e piango un amico. Non ci sono altre parole". Ha scritto, in un post su facebook e su Twitter, il senatore di Ala Denis Verdini. Ecco molte delle reazioni del mondo politico e imprenditoriale . Dal premier Gentiloni passando al ministro Delrio fino ai sindaci di Grosseto e Orbetello.  

La commovente lettera dell'amica di una vita, Cristina Gimignani.

leggi anche:

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro