Quotidiani locali

Il cardinale Scola apre la Settimana della bellezza

L’arcivescovo emerito di Milano torna a Grosseto dov’è stato capo della Diocesi Oggi parlerà di speranza e presiederà la messa. Mostre in corso alle Clarisse

GROSSETO. Da oggi a domenica 29 ottobre seconda edizione della “Settimana della bellezza”, l’evento di fede e cultura promosso dalla Diocesi di Grosseto con la Fondazione Crocevia in collaborazione con Avvenire e Luoghi dell’Infinito e la coorganizzazione del Comune di Grosseto, dedicato quest’anno al tema “I volti della Speranza”.

Apre la Settimana il cardinale Angelo Scola, arcivescovo emerito di Milano, che torna a Grosseto, diocesi di cui è stato vescovo dal 1991 al 1995. Il cardinale terrà l’intervento introduttivo della Settimana oggi alle 16,30 nella cattedrale di San Lorenzo, parlando del rapporto tra speranza e bellezza. Alle 18 Scola presiederà la messa prefestiva, in diretta dal Duomo di Grosseto su Tv9. Animerà la liturgia la corale diocesana Gaudete, che nacque proprio negli anni del suo episcopato.

Prima di questo doppio momento pubblico nella chiesa-madre della Diocesi, alle 15 Scola sarà alla Fondazione Chelli, in via Ferrucci 11, per prendere parte a un nuovo momento legato al ventennale della nascita dei licei classico e scientifico Chelli. Il seme per la nascita anche a Grosseto di scuole paritarie “fatte dai cattolici” fu posto proprio da Scola negli anni in cui guidò la Chiesa maremmana e il suo ritorno in occasione del ventennale dei licei sarà l’occasione per ridire le ragioni, sempre attualissime, che hanno impegnato in tutti questi anni la Diocesi a sostenere questo importante impegno nell’educazione e nella formazione delle nuove generazioni. All’incontro, privato, alla a Fondazione Chelli, parteciperanno il vescovo Rodolfo Cetoloni, i vertici della Fondazione, i docenti e i collaboratori di ieri e di oggi dei licei, gli studenti, le famiglie. Quindi alle 16,30 il Cardinale raggiungerà la cattedrale per l’incontro pubblico.

In quest’occasione Tv9 proporrà una lunga diretta con inizio intorno alle 16,20. Una trasmissione speciale attraverso la quale ripercorrere gli anni di episcopato grossetano del cardinale, quindi la messa in onda della conferenza dal Duomo e ancora diretta da studio fino alle 18 quando sarà trasmessa la Messa prefestiva.

Al termine della Messa (ore 19,30), al Polo espositivo delle Clarisse, si terrà la cerimonia di inaugurazione delle mostre allestite per la Settimana della Bellezza: “Speranza non è…. ” di Massimo Lippi (chiesa dei Bigi); “TerraCielo” con le opere di William Congodon (Clarisse) e “Luce Armena” di Andrea Ulivi (sala san Lorenzo, palazzo vescovile). Le mostre resteranno aperte fino al 18 novembre. Ad accogliere i visitatori e a far loro da guide saranno gli studenti di diversi istituti superiori di Grosseto, coinvolti nella Settimana anche attraverso progetti di alternanza scuola-lavoro.

Fondamentale, nella realizzazione delle mostre di Lippi e delle opere di Congdon, la collaborazione della Fondazione Grosseto Cultura, che ha messo a disposizione gratuitamente gli spazi espositivi delle clarisse e dell’ex chiesa dei Bigi, consentendo così che anche l’arte diventi uno dei linguaggi attraverso cui narrare la speranza.

Il tema della bellezza legata alla speranza era stato al centro della riflessione di Scola durante gli anni del suo ministero episcopale a Grosseto. Da vescovo egli lo propose anche nella sua lettera pastorale “Sarete liberi davvero”.

«Un uomo che non ama il bello e non si lascia da esso sorprendere non può coglierne il vero, come già diceva san Tommaso: “Il bello è lo splendore della verità” – scriveva Scola nel paragrafo di quella lettera pastorale dedicato alla cultura integrale – Le cose più vere della vita – aggiungeva – ci colgono sempre attraverso la sorpresa della bellezza che genera in noi stupore, così che la verità si inoltra nel nostro cuore e diventa mentalità, principio del nostro giudizio e della nostra azione».

Scola, nella sua lettera pastorale, proponeva la dimensione culturale come «una seconda dimensione fondamentale dell’azione missionaria».

La Settimana della Bellezza è frutto del coinvolgimento di vari uffici pastorali della Diocesi, della collaborazione professionale di Cs Eventi, mentre main sponsor sono la Fondazione Bertarelli, la Banca di credito cooperativo di Castagneto Carducci, Banca Tema, la Fondazione
Elisabetta e Clemente Fiorilli. Tutto il programma e i singoli eventi anche su www. diocesidigrosseto.it. Nella pagina Facebook @settimanadellabellezzagrosseto. Su Instagram @comunicazionidiocesigrosseto.

Per info: progettoculturale@diocesidigrosseto.it.



TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro