Quotidiani locali

Trovato morto a trent'anni in casa di un amico

L'altro uomo era in stato confusionale: ricoverato all'ospedale di Grosseto

GROSSETO. Un uomo di trent'anni e morto, l'altro, il padrone di casa, che ne ha 50, è stato portato all'ospedale Misericordia in stato confusionale. La tragedia è stata scoperta questo pomeriggio, martedì 12 settembre, quando il fratello del cinquantenne è tornato a casa, in via Lago di Bolsena. Ha trovato la porta di casa del fratello chiusa con un chiavistello e, nonostante avesse suonato più volte, nessuno che apriva. Così, ha deciso di dare l'allarme chiedendo l'intervento dei vigili del fuoco che hanno sfondato la porta e sono entrati dentro l'appartamento. Il trentenne era morto da alcune ore: addosso non aveva i documenti e la sua

identificazione è in corso. Il cinquantenne invece era in stato confusionale ed è stato portato all'ospedale Misericordia da un'ambulanza del 118. Nell'appartamento, il sopralluogo della polizia scientifica e delle volanti: la morte del trentenne sarebbe stata causata da un'overdose.  

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Grosseto Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie